Un giovane marocchino è stato fermato dalla sorveglianza di un negozio di articoli elettronici in sona Stazione Centrale, a Milano, la scorsa settimana. Era in possesso di 4 power bank che aveva nascosto e non aveva pagato. E’ stato quindi bloccato dalla security del negozio che ha chiamato la centrale operativa del 112. E’ intervenuta una volante della polizia che lo ha preso velocemente in consegna arrestandolo. A quel punto il ladro ha deciso di usare i denti e ha morso il poliziotto che lo stava aiutando a salire in auto. All’ccusa di furto semplice si è quindi aggiunta la resistenza a pubblico ufficiale. Il poliziotto si è fatto medicare e refertare dai sanitari.

La questura di Milano sta cercando di contenere i vari fatti di violenza e i furti che accadono giornalmente in stazione Centrale e nei dintorni. E’ quindi probabile che il ladro mordace non si aspettasse di essere arrestato. Infatti per il furto semplice l’arresto in flagranza è a discrezione delle forze dell’ordine, e i ladri sono generalmente denunciati a piede libero. Questo fa spesso credere loro che non ci siano conseguenze dirette dei loro atti. Quidni, quando, come in questo caso, la polizia li arresta e porta in questura, ci rimangono male e reagiscono. Questa volta, avendo le mani ammanettate, ha reagito con quanto la natura gli ha dato: una forte dentiera.

di Ilaria Maria Preti