di Stefano Sannino 

 

In tempi di pandemia, si sa, l’ottimismo e la positività non possono che fare bene. Questo Maria Grazia Chiuri, direttrice artistica della maison Dior, che ha presentato a Shanghai – durante la Shanghai Fashion Week – una nuova collezione pop Pre Fall 2021 ispirata ad Andy Warhol e all’estetica tipica di Fiorucci e di altre celebrità dell’epoca. La stessa stilista ha dichiarato: “Ho sentito la necessità di lavorare su un progetto completamente diverso. È stato molto bello per me tornare al mio primo ricordo della moda, a quando ero giovane e andavo nel negozio di Fiorucci, per trovare la stessa energia, lo stesso amore, la stessa sorpresa.” Questa retrospettiva alle prime esperienze della stilista con la moda, non può che essere un salto all’indietro nel tempo, dove spopolano graffianti stampe animalier, tutte argentate dall’estetica futurista, rimandi evidenti alle discoteche anni Ottanta ed alla fierezza ed all’ottimismo tipici di quel tempo. Una collezione gioiosa, coesa ed allegra che ha riportato una ventata di aria fresca proprio in Cina, il Paese che per primo ha sperimentato le restrizioni imposte per arginare la pandemia. L’evento si è svolto davanti ad un pubblico di 1000 persone con 126 milioni di spettatori in streaming, che subito dopo la sfilata hanno potuto pre-ordinare la collezione, in boutique sarà in vetrina solo tra due settimane. Dior ha anche utilizzato Wechat, la celeberrima applicazione tuttofare cinese, per permettere ai propri clienti di acquistare più facilmente i prodotti presentati con questa sfilata, innovativa non solo nello svolgimento, ma anche nel modo in cui ha reso disponibili i prodotti alla vendita. La Cina non è solo un grande mercato in crescita per i brand del lusso, dunque, ma per Dior è stata anche l’occasione per rimettersi in gioco dopo più di un anno di sfilate digitali, di boutique chiuse e di crollo delle vendite. Poeticamente, Maria Grazia Chiuri ha posto il luogo della rinascita post-covid proprio nel Paese dove tutto è iniziato, più di un anno fa.