2.6 C
Milano
mercoledì, 7 Dicembre, 2022

Torna il freddo a Milano e…

- Advertisement -spot_imgspot_img
Annunci sponsorizzatispot_imgspot_img

Le temperature che si abbassano, con la metà di novembre è arrivato il freddo, l’inverno che si avvicina, e la speculazione sul gas portano inevitabilmente ad acuire i già gravi problemi di Milano.

I mezzi pubblici

In inverno più che nelle altre stagioni, i mezzi pubblici si riempiono di clochard, parola gentile per indicare persone senza tetto che dormono la strada e vivono di espedienti. Le stazioni della metropolitana, specie quelle del Centro città, si riempiono di letti improvvisati e di persone che vi si nascondono. I loro visi non si vedono, la loro identità non interessa a nessuno. Alla notte, quando la metropolitana chiude si nascondono tra mezzanini e angoli scuri. Non vogliono andare nei dormitori pubblici. Sono infestati d nordafricani violenti che rubano loro persino le scarpe donate dalla Caritas. Rimangono al freddo.coperti da cartoni e da stracci e la mattina, sotto la metropolitana Duomo li trovi cosí.

Il monossido di carbonio

Già da qualche settimana sono aumentati i casi di avvelenamento da monossido di carbonio. Ci sono già state delle vittime. Questi incidenti si verificano in caso di mancanza di ventilazione in ambienti in cui è in atto una combustione. La causa può essere la mancata manutenzione di uno scaldabagno o di una stufa a gas o a legna o a pellet.

Non si tratta di fughe di gas metano. Il gas ha un odore particolare che crea allarme, quando satura l’ambiente vi è rischio di esplosione e crea difficoltà respiratorie. Il monossido di carbonio è invece assolutamente inodore, si sostituisce all’ossigeno, viene assimilato dai polmoni e dall’organismo. La sola intossicazione è pericolosissima, ma si muore con facilità. E come spesso succede, i più esposti sono i poveri.

- Advertisement -spot_imgspot_img
Ilaria Maria Preti
Ilaria Maria Preti
Sono metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima a interessarmi di cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Nel tempo sono diventata una giornalista e una Web and Seo Editor Specialist. Ora scrivo per alcune testate e coordino portali di informazione. Dal 2000 al 2019 sono stata anche una speaker radiofonica.

Ultime notizie

- Advertisement -spot_img

Notizie correlate

- Advertisement -spot_img