di Abbatino
Madia e Serracchiani, guerra tra donne alla camera. Era l’imposizione al femminile voluta da Letta, subito dopo essere stato messo a capo del PD. Obbiettivo: anestetizzare le correnti; ufficialmente è stata l’assemblea del PD a investire Letta, in realtà le correnti dem: mai morte, mai contente, alle quali poco importa se andava riequilibrata la barra sul versante rosa, più appassionate a mettere subito il dito in un occhio al segretario. Sincerità per sincerità, le correnti nei partiti ci sono sempre state, la DC era divisa in correnti come il PCI. Si trattava di linea politica, spesso anche culturale. Non erano esenti neppure i partiti minori. In fondo ancor oggi manca una legge adeguata, come previsto in costituzione che regolamenti davvero i partiti e nessun manuale rammenta o auspica la presenza di correnti che al contrario ci sono sempre state e nascono da processi non classificabili con certezza o rinchiusi in schemi precostituiti. Così nel PD il nome di Letta passa sotto la votazione delle correnti, il quale si dichiara apertamente contro le correnti. Ricevuta l’investitura, Letta si ribella alle medesime, imponendo due donne quali capogruppo di camera e senato. Se a palazzo Madama la polemica monta, ma la votazione fila liscia, a Montecitorio le cose non vanno così lisce. Le correnti si riprendono la rivincita su Letta parteggiando per la Madia o per la Serracchiani; vince quest’ultima e l’altra polemizza. Due donne che si contendevano il posto, non era proprio come voleva Enrico. Letta era per la fine delle correnti, che come volevasi dimostrare, se le suonano di santa ragione, anche al femminile, non c’è dubbio, in barba al segretario. Ma era questa la vera carta che andava giocata? Predicare L’unità e rispaccare il partito alla prima votazione è da applausi per il neo segretario. Perché certe mosse sanno più di polvere sotto il tappeto, accantonata in fretta e furia, senza ponderare che certe scelte se di frequente sono insignificanti, spesso sono inutili. Tanto valeva non scomodare le donne, per risvegliare le sempre più attive correnti dem.