di Stefano Bini

Elisabetta, detta Betti Soldati. A molti questo nome non dirà nulla, mentre per gli addetti dello spettacolo è sinonimo di tante cose: ufficio stampa, Antonio Ricci, Maria De Filippi, Maurizio Costanzo, professionalità, carattere tosto, donna potente, e tanto altro. Tutto vero.

La sua fama, la precede e tante volte la sua persona è avvolta dal mistero; anche al telefono può apparire una donna lontana dal mondo, tutta lavoro e mondo defilippiano, ma dietro una voce chiara e diretta si nasconde nel privato una Betti dolce, buona, gentile con le assistenti, affabile con amici e conoscenti, pronta a divertirsi (tempo permettendo) ed aiutare le persone, se queste lo meritano.

Tante volte giornali, addetti stampa, artisti e il mondo dello spettacolo italiano, vedono Betti Soldati solo come una delle braccia destre di Maria de Filippi, e in parte è così, ma dietro questa “apparente potenza”, si nasconde (neanche troppo) una seria professionista che lavora dalla mattina alla sera, dove il telefono diventa in alternanza il suo migliore amico e il suo peggior nemico, dove fotografi e giornalisti fanno a gara a chi è più gentile con lei per strappare un’intervista a quel tronista, a questo partecipante di Amici, a taluno dello staff Fascino o talaltra corteggiatrice; decide tutto lei, poiché tutto deve filare liscio secondo le linee editoriali prima di Maria e poi di Mediaset.

Le sue assistenti, di una preparazione tale da saper in ogni circostanza cosa vuole il loro “superiore”, la seguono con l’entusiasmo di chi sta facendo il lavoro più bello del mondo ma talvolta anche il più delicato, dove il totale deve tornare alla perfezione poichè si tratta d’immagine e niente è lasciato al caso perché intorno alle produzioni tv girano milioni di euro. Il suo ufficio, all’interno degli studi Mediaset di Cologno, è una macchina organizzatissima; lei dirige, le assistenti eseguono, in un’alchimia bella e delicata.

Ecco, io ho la fortuna di conoscere piuttosto bene Betti, altrimenti non avrei scritto di cui sopra; ogni volta, a un mio messaggio corrisponde una risposta, ad ogni mia chiamata la gioia di sentirci, consapevoli del fatto che ci accomuna la voglia di fare, l’amore per la tv, l’essere instancabili, la stima per Costanzo e la grande passione nel farsi in quattro per le persone a cui vogliamo bene. In molte circostanze, ci siamo ripromessi di lavorare insieme… Forse, ci siamo.

Ti voglio bene, Betti instancabile.