Zingaretti cambia pelle al PD

“Voglio un nuovo bipolarismo tra centrodestra e centrosinistra”.

“Vorrei cambiare la sede nazionale del Pd, spostarla da via del Nazareno e costruire sedi con co-working delle idee per ragazzi e ragazze, che ci dicano ‘state sbagliando, dobbiamo cambiare posizione’. Dobbiamo sbaraccare e ricostruire, aprire una nuova e bella sede con una libreria al piano terra”. Lo ha detto il segretario del Pd, Nicola Zingaretti.

“Porre fine al cattivismo, l’obiettivo è più felicità” – “E’ finito il leaderismo, il periodo del capo, e deve finire il cattivismo, lo sfogo, la ricerca del capro espiatorio; dobbiamo invece guardare in faccia i problemi delle persone e dimostrare che diamo soluzioni migliori”, ha aggiunto Zingaretti a “Che tempo che fa”. “L’ambizione è che le persone si sentano più felici. Per le paure si è fatta l’offerta dell’odio, bisogna cercare invece soluzioni per stare meglio e io credo sia possibile”.

“Il governo non cadrà sulla Tav, ma sono azzeccagarbugli” – Il nuovo segretario del Pd ritiene che alla fine la Tav si farà, “perché il vero capo del governo si chiama Matteo Salvini. Penso che l’esecutivo non cadrà, ma hanno fatto pagare agli italiani un prezzo drammatico. Sono sembrati un po’ azzeaccarbugli”. Poi ha spiegato: “Non sono per tutte le grandi opere, ma la Tav sposta dalla gomma al ferro sia gli uomini sia le merci. Quando ero piccolo si facevano i cortei per la modernità, mentre oggi c’è un ritorno indietro”.

“Voglio un nuovo bipolarismo centrodestra-centrosinistra” – Zingaretti ha poi affermato: “Mi candido a riproporre un nuovo bipolarismo tra il centrodestra e un nuovo centrosinistra che non c’è”. E ancora: “Salvini lo si combatte in un solo modo: dimostrando che la sua proposta per l’Italia non produce ricchezza e non produce giustizia. Dobbiamo invece produrle noi”.

“Rispetto gli elettori dei 5 Stelle, ma l’alleanza con il Movimento è impossibile” – “Io parlo tutti i giorni con gli elettori 5 Stelle, ma un’alleanza con il Movimento è impossibile. E’ complice dello sfacio”, ha proseguito. “Ho grande rispetto per gli elettori 5 Stelle e per chi ha votato Lega. E’ un problema nostro se hanno votato 5 Stelle e Lega. Dopo questo governo parlamentare che sta portando l’Italia al fallimento, il Paese deve tornare a dare la parola ai cittadini. Non dobbiamo avere paura”.

“Ennesimo barcone di migranti serve a Salvini per raccattare voti” – Infine Zingaretti ha affrontato la questione migranti. “In Italia – ha detto – c’è un gioco macabro sulle vite delle persone. L’ennesimo barcone servirà a Salvini per raccattare qualche voto”. Secondo il segretario dem, “una delle prime cose che dovremmo fare è mandare avanti una delegazione e andare in Libia, trovare un punto di equilibro, investimenti e chiudere le carceri libiche”.

FONTE: TGCOM24

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *