VODAFONE BATTITI LIVE E IL SENSO DEL RITORNO ALLA VITA

di Manuel Gallo

Il castello Aragonese di Otranto, il 3 agosto di quest’anno, ha ospitato gli autori delle hits di quest’estate, in onda su Italia 1, in prima serata. A presentare il programma, intitolato Radionorba Vodafone Battiti Live, sono Alan Palmieri con Elisabetta Gregoraci; lo show televisivo ha riportato sulla tv italiana il mood live. Incentrato sulla musica, protagoniste saranno le canzoni che ci accompagneranno alla fine di questa estate post covid. Ciò che dà vitalità al programma è l’interazione tra pubblico e cantanti, poiché non è svolto solo nella città di Otranto, ma in ben altre 15 città italiane e altre 5 marittime.

Una volontà, espressa propriamente dall’autrice e webstar Mariasole Pollio, è quella di voler fare interagire il pubblico presente nelle altre città con gli artisti, permettendo a tutti di godersi le esibizioni, dando spazio alla musica, non solo collocata in un unico luogo, come nei soliti programmi, ma creando collegamenti e vicinanza, ora come ora molto simbolici. Un’ottima idea, considerando il periodo appena passato, accentuando in un certo senso anche il senso di unità nazionale.
Soffermandosi un secondo e analizzando i testi, vediamo come gli autori delle hits estive cerchino di utilizzare come argomenti principali (o secondari) la riacquisizione della propria libertà, o di ciò che dal 31 gennaio non si è più potuto fare, elogiando quello che prima chiamavamo tutti normalità e che ultimamente è venuta meno.

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.

2 pensieri riguardo “VODAFONE BATTITI LIVE E IL SENSO DEL RITORNO ALLA VITA

  • 5 Agosto 2020 in 10:09
    Permalink

    Articolo molto interessante!

  • 5 Agosto 2020 in 09:43
    Permalink

    Articolo molto bello

I commenti sono chiusi.