VITO CRIMI ACCUSA LA LOMBARDIA? FA GIÁ RIDERE COSÌ.

di Endimion

Dall’alto della sua ignoranza e del non aver mai fatto un tubo in vita sua, Vito Crimi, pseudo reggente del Movimento 5 Stelle, si permette di accusare un’eccellenza mondiale come la Lombardia che in questo momento, causa Coronavirus, non passa certo un momento felice. Crimi e quella banda di trogloditi dei pentastellati si svegliano solo quando devono puntare il dito contro gli altri, mentre farebbero bene a guardare in casa loro, visto che i grillini sono ormai finiti sotto tutti i punti di vista.

Gli sbagli che sono stati fatti in Regione Lombardia dai suoi componenti, non pareggerà mai con quelli dei cinquestelle che, in pochi anni, hanno messo in ginocchio l’Italia, con leggi e decisioni scellerate, abbassandosi le braghe per brama di potere. La Regione Lombardia si è trovata a gestire una situazione più grande di lei e, con alti e bassi, ne sta venendo fuori, anche considerando il fatto che tutti i focolai si sono sviluppati qui, essendo una zona cosmopolita e densamente popolata.

Forse Crimi e compagni effettuano questa campagna insulsa e alla quale i cittadini stanno voltando le spalle, preferendo sempre Attilio Fontana e Giulio Gallera, per recuperare consensi in Regione, dove il loro partito è giustamente fermo al 3%.

La Lombardia dà lavoro a milioni di persone, è la locomotiva d’Italia, un’eccellenza mondiale della sanità: San Raffaele, San Donato, Niguarda, Ieo, Policlinico, il nuovo Ospedale in Fiera (pagato dai privati e che potrà servire in futuro per altri scopi medici) rendono Milano e le città limitrofe stimate e considerate in tutto il mondo. Non a caso, esiste concretamente un “modello Lombardia” e non un “modello Italia”, come dice il povero Giuseppe Conte, ormai a corto d’idee e soldi.

Visti i flop governativi e regionali, Vito Crimi e le varie lobby interne stanno scalpitando per avere ancora più potere, ma forse non si rendono conto che governare l’Italia è assai più difficile che essere al comando di un piccolo paese della Campania. Gli slogan denigratori contro la Regione Lombardia non hanno fatto altro che aumentare la popolarità dei loro assessori e addetti ai lavori, poiché i lombardi sanno molto bene che essere amministrati da Forza Italia, in collaborazione con Lega e Fratelli d’Italia, è garanzia di successo e che il finto partitino di Casaleggio non arriverà al potere regionale né ora né mai; i lombardi sono acuti e lavoratori, l’ignoranza la lasciano a gente come Vito Crimi e soci.  

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.