Una carovana di bene

di Martina Grandori

È Natale ed è il momento di fare del bene anche con acquisti solidali che aiutano persone meno fortunate di noi. In tutta Italia ce ne sono tantissimi, ma noi de La Critica abbiamo deciso di dare voce e visibilità ad un bellissimo progetto di un nostro amico, Beppe Mambretti che con la sua La Carovana del Sorriso (http://www.lacarovanadelsorriso.it), organizza a brevissimo dei banchetti natalizi in alcune piazze lombarde. Ma eccovi una breve introduzione a questo meraviglioso progetto umanitario che in silenzio e autonomamente sta facendo del bene.La Carovana del Sorriso è una Onlus nata nel 2009 dall’incontro di Beppe Mambretti con alcuni operatori nel campo sanitario. “È il mio riscatto, dopo una profonda crisi personale, anni bui dove i problemi con la droga sono stati la mia quotidianità, ho trovato la luce e la forza per uscire dalle dipendenze. Merito di Madre Elvira, donna eccezionale, fondatrice della comunità Cenacolo, la struttura dove ho ritrovato me stesso e a cui devo tutto” racconta Beppe Mambretti.Il progetto è nato nel 2009, nei primi anni hanno aperto studi dentistici per offrire gratuitamente cure a chi non poteva permettersi niente in Italia (Milano), in  Bosnia Herzegovina (Sarajevo, Doboj, Novi Travnik, Fonica, Pazaric), in Romania (Butea e  Scheia). Nel 2012 un grande passo in più, inizia l’avventura in Tanzania, diocesi di Same a Mabilloni. “Siamo partiti per un safari, adibendo mezzi di trasporto locali a veri e propri studi dentistici on the road: andavamo in giro offrendo cure odontoiatriche nei villaggi, ma lo scenario che ci è apparso è stato così forte che abbiamo deciso di andare oltre le cure dentistiche, c’era talmente bisogno di tutto che abbiamo pensato in grande” riporta Beppe Mambretti a noi de La Critica. 

Nasce così la Casa degli Angeli, un orfanotrofio costato 90.000 euro, completamente auto finanziato da La Carovana del Sorriso, che oggi accoglie 25 bambini dai 2 ai 21 anni. La struttura ha 5 camere da 4 posti letto, stanze per i responsabili della struttura, per i volontari e per gli ospiti, un grande soggiorno, un refettorio e la grande cucina, pronta a dare da mangiare anche a chi non è ospite della Casa degli Angeli ed è in difficoltà. Attorno per facilitare gli approvvigionamenti, campi coltivati con ortaggi, granoturco, e alberi da frutta. A novembre è stata inaugurata anche la chiesa ed entro la fine del 2020 sarà pronto anche il grande spazio polifunzionale dove i ragazzi potranno studiare, ma soprattutto potranno imparare mestieri manuali per diventare artigiani, e per questo a breve arriveranno macchinari da vera falegnameria per dar vita a nuove attività lavorative che diano prospettive più rosee a questi fanciulli in cerca di un futuro migliore. E per aiutarli andate ad acquistare sui loro banchetti, vi prego evitate la frenesia da acquisto di cineaste nei centri commerciali, pensate in grande, pensate che oltre a fare un regalo a qualcuno, aiutate La Carovana del Sorriso nei suoi progetti.

L’appuntamento sono ai Banchi di Carovana, dove troverete cesti fatti a mano dalle tribù Masai, tele batik dipinte, e poi tante leccornie prodotte artigianalmente dai volontari dell’associazione come marmellate, mostarde, grappe e noci provenienti dalla Romania a favore di una casa che accoglie malati gravi. I Banchi di Carovana li trovate dalle 9 alle 17 il1 dicembre nel centro di Novate Mezzola , il 7 e 8 dicembre alla hall dell’ospedale Manzoni a Lecco e il 22 dicembre al mercatino di Natale di Ariuno, sempre in centro. L’unione fa la forza, scendiamo tutti in piazza. È Natale non dimentichiamolo.


Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *