Un rientro… leggero

di Martina Biassoni

Settembre è arrivato e con lui lo è la solita vecchia (ma anche cara) routine, e questo è, per me più rispetto a quelle settimane pazze fra Natale e Capodanno, sempre stato un periodo “malinconico” in cui saluto con affetto l’anno appena terminato, riesamino tutto quanto è successo apprezzando il buono e proponendomi di migliorare quello che inizia con settembre negli aspetti che mi hanno magari un po’ deluso o ciò che fa fatica ad ingranare,e ponendo dei nuovi obiettivi e sfide…

E infatti anche quest’anno frenesia e deadlines di routine hanno iniziato a chiamare appena rimesso piede in città: è come se si rientrasse da un buco nero che cancella tutto e, appena a casa tutto ripiombasse addosso più incombente che mai!, e sarò sincera, quest’anno la voglia di ricominciare a mille all’ora e abbandonare calma e tranquillità tipiche dell’estate e che ho ripreso con tanta fatica, ho iniziato a cercare luoghi ed attività che mi aiutassero a ricaricare fra una settimana e l’altra e che potessi “incastrare” anche a Milano, dove sembra che il tempo per fare tutto manchi sempre ed inevitabilmente.

La prima cosa che mi è venuta in mente, subito dopo il pensiero che saremmo stati rinchiusi fra quattro mura di nuovo tutto il giorno, tutti i giorni, è stata una corsa all’aperto (ci sono così tanti parchi a Milano e dintorni), oppure un giro in bicicletta sulle sponde del Naviglio.
Oppure ancora una gita fuoriporta la domenica pomeriggio, al lago (e la Lombardia ne è piena!) o nelle pianure fuori città così facilmente raggiungibili con i treni da Centrale (ci sono anche dei pacchetti speciali creati apposta per queste giornate, come il giornaliero IoViaggio ) , anche solo per una passeggiata all’aria aperta o per un picnic vista lago con gli amici (ed ho qui – https://www.amazon.it/eGenuss-Cestino-completo-articoli-porcellana/dp/B06WLKRNCR/ref=asc_df_B06WLKRNCR/?tag=googshopit-21&linkCode=df0&hvadid=279780803715&hvpos=1o2&hvnetw=g&hvrand=5848925603166904585&hvpone=&hvptwo=&hvqmt=&hvdev=c&hvdvcmdl=&hvlocint=&hvlocphy=9050589&hvtargid=pla-419800545267&psc=1 – il cesto perfetto per una giornata indimenticabile).

Per quando, invece, le temperature inizieranno ad irrigidirsi un po’, bé perché non organizzare pranzi, cene, o, perché no, un aperitivo in agriturismo, dove il contatto con la natura e la libertà vengono integrati dal piacere per il buon cibo (ad esempio questi agriturismi offrono il perfetto contatto con la natura -/https://www.lacamilla.it/ ; http://www.agriturismomalerba.it/ , e questo – https://www.agri-oasi.it/ – invece ha anche pesci tropicali, lama e struzzi).

Come dicevo, la Lombardia è una regione ricca di opportunità in città, ma anche stando immersi nella natura – di cui un altro esmpio è il Parco Faunistico Le Cornelle https://www.lecornelle.it/ -; sarebbe proprio un peccato accettare di rinchiudersi da subito fra quattro mura anche il weekend, quando basta guardarsi intorno per scoprire un modo diverso di passare il weekend all’aperto, anche in autunno!

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.