Stiamo a casa, ma con stile

di Martina Grandori

La moda soffre. Alla moda il lockdown non piace. La moda è estro, è creatività, è arte, è farsi belle e anche la moda in questo frangente è mutilata dall’orrore del Coronavirus. Queste sarebbero le settimane dello shopping, le donne dal 21 marzo hanno le fregole per il cambio look, hanno voglia di giocare a sperimentare nuovi modelli, nuovi stili, hanno voglia di shopping, di un pasticcino per sentirsi più belle, più hot come dicono gli anglosassoni. La moda che è arte, cultura, estro resta a casa, la moda che in questo periodo ci avvolge con le campagne pubblicitarie delle collezioni estive, deve cambiar rotta. Perché, è risaputo, i manager delle grandi Maison, delle catene internazionali low cost, sono dei geniali nel trovare soluzioni per attirare i riflettori.
 
 
Così sulla scia del claim del momento, “lontani ma vicini”, Zara lancia ora una campagna pubblicitaria con le modelle fotografate a casa loro.
“Rispettiamo il distanziamento sociale ma stiamo più vicini che mai” è ciò che appare sul sito della catena spagnola, sottinteso che comunque ci si può gratificare anche con lo shopping on-line per essere smart anche in salotto.
 
La campagna è una perfetta fotografia della donna contemporanea e della situazione contingentale: a casa, con un velo impercettibile di make up, capelli naturali e modelle che posano per autoscatti con aria naturale accovacciate sul divano, appoggiate alla vasca da bagno, in cucina, sdraiate su un tappeto: da quando è scoppiata la pandemia, impossibile mettere insieme fotografi, stylist, truccatori e set designer. La parola chiave è ingegnarsi, arrangiarsi, poi Instagram pensa a creare il fenomeno, il trend. E possiamo starne certe che, da qui a pochi giorni, in tante, un po’ per noia, un po’ per simulazione,  un po’ per divertimento prenderanno spunto da questa campagna pubblicitaria auto-prodotta dalle stesse modelle con i loro telefoni. 
 
Le nuove proposte? Da un abito bustier rosa lampone molto Jackie Kennedy, all’immancabile jeans a vita alta, ovviamente, al total white – l’estate è comunque nell’aria – al top bralette con gonna longuette, all’abito jersey nero per donne in dolce attesa, ma sexy. 
Zara pensa a tutte…
Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.