SILVIO, MA COSA COMBINI? NON DARE UN EURO ALLA (NEO) LESBICA FRANCESCA PASCALE

di Endimion

La reputazione di Silvio Berlusconi era di nuovo alle stelle, è andato massicciamente contro questo Governo pur mantenendosi responsabile, durante il lockdown ha fatto interventi che hanno tranquillizzato il suo elettorato e l’Italia intera, aveva ripreso forza e vigore politico in vista delle prossime regionali, e tutto sembra essere stato vanificato dalla notizia che darà 20 milioni di euro a Francesca Pascale (sua ex fidanzata, ora felicemente lesbica insieme a Paola Turci) come “buonuscita”, con un 1 milione di euro all’anno come mantenimento. Buonuscita di cosa? Mantenimento perché?

Silvio ne ha subite tante, dai suoi collaboratori ai magistrati, dagli avversari politici a quelli imprenditoriali, dalle puttane olgettine fino agli artisti che ha sorretto e poi lo hanno abbandonato. C’era davvero bisogno di pagare la Pascale per farla tacere? Se fosse stata anche in possesso di cose compromettenti o segreti quasi di Stato, Silvio la doveva lasciar correre per la sua strada, poiché se lo avesse sputtanato in qualcosa, la ex calippa si sarebbe rivelata per quella che è sempre stata: una lesbica finta etero, un’approfittatrice seriale e una ragazza che per brama di potere ha fatto lo sforzo psicologico\sentimentale\sessuale di mettersi con un uomo di 50 anni più vecchio. Lo ha forse ammirato, ma mai amato; e se gli avesse voluto bene anche per un secondo, non si sarebbe comportata da emerita stronza.

Non ci sono parole per commentare il ricatto economico e morale di tale Francesca Pascale; negli ultimi anni, con le sue affermazioni, ha contribuito a demolire la figura di Silvio Berlusconi, indebolire i valori di Forza Italia e infarcire Mediaset di troione e gente poco raccomandabile. Ai ricatti della (neo?) bisex Pascale, Silvio doveva farla cadere nell’oblio, tanto i suoi gesti non potevano essere da meno delle decine d’intercettazioni vergognose che ci sono su Youtube, migliaia di articoli diffamatori e dicerie becere.

Silvio è stato per anni il primo contribuente italiano, ha ammazzato politicamente la peggior sinistra italiana (che è tornata purtroppo con i 5 stelle), è stato il primo presidente della storia della repubblica a durare cinque anni, ha regalato attraverso le sue tv denaro e sogni, ha dato decine di milioni di euro in beneficienza, ha creato un impero editoriale tra i più solidi al mondo, ha dato e dà lavoro a migliaia di famiglie, e di sicuro non si meritava un trattamento così, per di più da una donna che si è rivelata la peggiore feccia italiana. Prima, durante e dopo.

Silvio, riprenditi. Vali molto, ma molto di più delle puttane\stronze\ingrate delle quali ti sei circondato. Tieniti stretta l’ottima Marta, sperando non si riveli la fotocopia delle precedenti.

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *