SAPPIAMO CHI SARÀ IL NUOVO SINDACO DI MILANO

La grande sfida tra centro sinistra e centro destra è stata affidata a due illustri personaggi: Beppe Sala per il centro sinistra e Stefano Parisi per il centro destra.
Attualmente sembrano alla pari 50 a 50 risulta il gradimento dei cittadini milanesi, ma tutti sappiamo che sono gli ultimi 15 giorni di campagna elettorale a determinare chi sarà eletto nuovo Sindaco per Milano. Oggi Città Metropolitana.
Analizziamo i 4 punti di sfida dei due candidati a Palazzo Marino presi dal loro sito ufficiale:

Beppe Sala con il suo slogan ” Ogni giorno, ogni ora”

1) L’Idroscalo deve tornare ad essere uno dei luoghi simbolo della Città.
2) Centrale-Loreto tra accoglienza e rinascita.
3) Famiglia, casa, immigrazione e futuro della città.
4) Un patto sulla grande città.

Stefano Parisi con il suo slogan ” Io corro per Milano ”

1) Semplificazione
2) Periferie e riqualificazione.
3) Sicurezza.
4) Rispetto delle regole.

Ma quale sarà la marcia in più che dovrà avere il nuovo Sindaco per vincere?

Sarà colui che capirà che non può escludere, nel suo programma l’importanza del terzo settore cioè le Associazioni e i Comitati di quartiere, che si distinguono dalle organizzazioni pubbliche, sia dalle imprese private che invece rispondono solo alla logica del profitto. Ma che in una città come Milano costituiscono una realtà attiva e poliedrica e rappresentano una fonte di stimolo e impulso all’innovazione e di presenza nel sociale in svariati campi di intervento.
La rabbia e le firme raccolte nei quartieri che hanno sollevato i problemi dei cittadini milanesi in ogni zona di Milano, non possono rimanere inascoltate e non essere inserite in un programma di un politico Amministratore di una metropoli così importante quale Milano.
Il degrado nelle periferie è avvenuto anche grazie alla totale assenza della politica sul tema delle attività commerciali e artigianali in periferia dando spazio solo alla grande distribuzione, impoverendo tantissime famiglie che con quelle attività invece hanno potuto mantenere la famiglia per intere generazioni e dato speranza ai propri figli di continuare un lavoro.

Tre dovranno essere gli obiettivi del nuovo Sindaco:

1) Tutela della fragilità e per fragilità intendiamo la perdita della casa e del lavoro.
2) Promozione della Socialità incentivando i legami sociali tra cittadini con la partecipazione attiva degli stessi.
3) Promozione del benessere Psico-Fisico con il contrasto ad ogni forma di discriminazione, di bullismo e di malavita.

Il Sindaco che saprà cogliere questi 3 obiettivi oltre al programma da lui menzionato sarà il vero Sindaco vincente e colui che rappresenterà tutti i cittadini anche quelli più deboli.

Angelo Claudio Ottaviani – MDP

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.