Rinasce Forza Italia Lecco

Allargato il direttivo provinciale alla presenza del vice coordinatore regionale, Alan Rizzi

Ieri, alle redazioni di stampa locali, sono giunte le tanto attese notizie di riunificazione del movimento berlusconiano in Lecco e provincia. Ma la notizia deve essere giunta sicuramente anche in stanze ben lontane dalle rive del lago. E la soddisfazione del vice coordinatore Alan Rizzi ne è un segnale.

La tormentata vicenda lecchese era cosa ben risaputa negli ambienti forzisti e, per questo motivo, il direttivo allargato rappresenta, soprattutto in vista delle prossime amministrative, una boccata di ossigeno e di speranza per gli addetti ai lavori.

L’accoglienza al rientro in Forza Italia di Mauro Piazza e Daniele Nava non sembrava, all’epoca, dare spazio a conclusioni come quelle di ieri. Le distanze delineate dagli interventi  e dai comunicati stampa dello stesso on. Brambilla e dai vari referenti sul territorio che facevano capo a lei, sembravano colmare ogni spazio di riappacificazione tra i soggetti interessati.

“ Eppur si muove “, la frase che intenditori politici possono aver detto in quel periodo. Perché un direttivo allargato a trazione Piazza era inevitabile, capace da solo  di raccogliere dieci volte le preferenze di partito nelle scorse elezioni regionali. Capace di richiamare a sé quel popolo a lui fedele che si rispecchia negli ideali di partito rappresentati dal movimento forzista.

 Inevitabile andare al di là delle questioni personali nel bene e nell’interesse di quegli ideali liberali rivolti e proposti alla comunità moderata del territorio lecchese. Piazza lo ha sempre saputo o, per lo meno, lo ha sempre pensato e prova ne è l’atteggiamento e la politica che ha adottato nei confronti della frattura interna.

Contenendo le polemiche ha consentito di tenere aperti spiragli di riunificazione. E il risultato è stato quello di ricompattare le file del partito innestando nuove figure nel direttivo e garantendone una rappresentanza nelle istituzioni locali di Forza Italia. Che si ritrova, oggi, a avere il Direttivo rappresentato in provincia da Mattia Micheli, capogruppo consigliare in provincia e Alfredo Casaletto a Merate, Tallarita a Lecco e il riconfermato sindaco di Oliveto Lario Bruno Polti  . Nel direttivo presente il responsabile provinciale della comunicazione, Carlo Piazza.

 Confermati, per continuità del lavoro fatto sinora ma col vantaggio di poter contare su una rete ramificata e solida sul territorio, il ruolo di Vanessa Lucernini a capo del movimento giovanile e di Antonio Conrater a capo dei seniores. Beppe Mambretti  è il secondo riferimento del coordinamento lecchese degli azzurri. Anche se in realtà, da molti, è considerato, per esperienza, capacità e conoscenza delle dinamiche politiche territoriali, a pari grado del numero uno del partito su Lecco.

Carlo Pelucchi va a ricoprire il ruolo di vice coordinatore provinciale. Anche lui architetto, Pelucchi è sempre stato molto vicino a Davide Bergna, per il quale ha rappresentato un valido aiuto e consulente in questi difficili anni.  Il coordinatore  Davide Bergna, può contare sulla presenza nel Direttivo anche dell’onorevole Brambilla, accompagnata dal fedele Roberto Gagliardi. Il delfino dell’ex ministro, reduce di una campagna regionale prima e comunale a Calolziocorte poi che lo ha visto escluso in entrambi i casi dalle preferenze degli elettori.  Nel caso locale l’unico fuori  dei quattro candidati sotto il simbolo del partito berlusconiano.

 Nella lista consegnata ieri, spicca il nome di Simone Tavola. Una sorpresa per molti. Non per chi conosce il giovane forzista.

Promotore di molte iniziative sociali, prime fra tutte il recente campus estivo del Real Madrid sui campi di calcio della società sportiva Olimpiagrenta, di Valgreghentino, Simone Tavola è molto attivo in ambito associazionistico. Non è un selfie man. Preferisce l’operatività sul territorio.

Ha contribuito all’insediamento in provincia di Fare Ambiente, l’associazione ambientalista capitanata da Vincenzo Pepe, riconosciuta dal ministero dell’ambiente e firmataria di un protocollo di intesa con l’Arma dei carabinieri. Ha organizzato molte iniziative di approfondimento professionale e culturale  per il mondo delle imprese e dei giovani. È un riferimento importante nella Libera Imprenditoria Associata e rappresenta un vero e proprio bacino di idee e proposte. Una ventata di freschezza e un segnale di fiducia verso il vero cambiamento del partito che Piazza e Bergna avranno il compito di proporre  alla comunità forzista di Lecco, dormiente e affascinata e attratta al momento dalle sirene leghiste. Che nel frattempo sta raccogliendo i frutti di anni di lavoro svolti a contatto con la gente e con il territorio.

A concludere la lista del nuovo direttivo provinciale consegnato ieri alla stampa, ci sono:

Gloria Passamonti che si occuperà dello tesoreria del partito in ambito provinciale, Francesco Silverij come Responsabile provinciale enti locali, il coordinatore del capoluogo Pietro Galli, Oscar Arigoni, Umberto Locatelli, Claudio Rea, Olivo e Gianluigi Valsecchi.

Francesco Manfredi

 

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.