Ricatta la famiglia di Schumacher, ma dà il suo numero di conto personale

Roma, 18 maggio 2017, fonte Ansa. Un venticinquenne residente in Germania ha cercato di ricattare la famiglia di Michael Schumacher con minacce ai figli dell’ex campione di Formula 1 se la moglie, Corinna, non avesse versato novecentomila euro: l’uomo, tuttavia, è stato subito individuato dalla polizia perché in una mail ha fornito il numero del suo conto corrente personale per il pagamento. La tentata estorsione, scrive il tabloid britannico Mail online, è avvenuta l’anno scorso e ieri l’uomo – Huseyin B. – è stato condannato a un anno e mezzo di prigione con la condizionale, cinquanta ore di lavoro socialmente utile, il pagamento di una multa da quattromilacinquecento euro, oltre all’obbligo di seguire una terapia psichiatrica. Nell’email, inviata al ranch svizzero degli Schumacher nel giorno di San Valentino, l’uomo aveva chiesto una ‘piccola donazione’ – appunto i novecentomila euro – e aveva minacciato: “Se i soldi non ci arrivano entro il 31 marzo 2016 i suoi figli saranno in qualche modo sfortunati. Molti incidenti succedono in Formula 4”. Il riferimento era al figlio diciottenne di Schumacher, Mick, che nel 2015 ha cominciato a correre in Formula 4. La moglie di Schumacher, che segue il marito dal giorno del grave incidente sciistico nel dicembre del 2013, ha subito contattato la polizia del cantone fornendo loro la mail con il numero di conto corrente dell’aspirante ricattatore.

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.