Referendum: Pd Lombardia, Maroni più debole nella Lega

Brambilla, risultato non lo lascerà tranquillo per Regionali (ANSA) – MILANO, 22 OTT – Il governatore della Lombardia Roberto Maroni “sicuramente è più debole all’interno del suo partito e all’interno del centrodestra”: così il capogruppo del Pd in Regione Lombardia Enrico Brambilla ha risposto a chi gli ha chiesto se Maroni può uscire indebolito dal risultato del referendum sull’autonomia, anche in vista delle elezioni Regionali. Secondo Brambilla, Maroni “anche nei confronti del suo collega Veneto non ne è uscito bene, anche questo dato non lo lascerà del tutto tranquillo”. Parlando della posizione del Partito Democratico sull’autonomia, “noi abbiamo sempre detto che su iter istituzionale ci saremmo stati. Abbiamo rifiutato la strumentalizzazione e il ricorso al plebiscito” ha spiegato Brambilla, che avverte: “Adesso rischiamo di non arrivare in tempo a produrre proposta organizzata”.

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.