Prova costume e pancia piatta: ecco come fare

di Veronica Graf

Cattive abitudini alimentari, vita sedentaria e troppi lieviti sono spesso le cause di un ventre poco in forma, soprattutto dopo una certa età quando i muscoli tendono ad essere meno tonici.
 
Chi si ritrova a dover convivere con un addome spesso gonfio dev’essere consapevole del fatto di soffrire di gonfiore addominale. Una condizione che si viene a manifestare di solito dopo i pasti.
La distensione addominale si caratterizza per essere un disturbo da imputare a vari fattori. I principali responsabili del gonfiore sono soprattutto i gas.
A causa di un accumulo di gas nell’intestino crasso o nel colon si verifica come sintomo un addome sempre gonfio.
 
Ma a causare l’accumulo di gas sono soprattutto le cattive abitudini alimentari. Tra le quali si segnala quella di mangiare troppo velocemente.
Così si finisce per immettere aria insieme agli alimenti. Con una maggiore ingestione di aria si determina il gonfiore a livello addominale.
Non si deve poi trascurare il regime alimentare. Infatti una dieta poco sana e non bilanciata espone a tale problematica. Anche le intolleranze e le allergie alimentari sono responsabili di un addome sempre gonfio.
Ci sono delle piccole strategie utili per ridurre il gonfiore addominale.
La prima cosa da fare è quella di adottare delle abitudini più salutari.
È bene mangiare lentamente, masticando con calma ed a lungo ogni boccone. Così si sostiene una corretta digestione che ha inizio proprio dalla bocca, con la masticazione e la salivazione.
Se si mangia in fretta si costringe lo stomaco a lavorare molto di più. Come conseguenza anche la fase digestiva si dilata.
Inoltre non si deve parlare durante i pasti. Mentre si parla si finisce per ingerire aria che si trasforma in gas, che porta ad avere l’addome sempre gonfio.
 
È bene poi non mangiare troppo. Sarebbe opportuno smettere di mangiare prima di sentirsi pieni.
Questo perché la comunicazione tra il cervello e lo stomaco è lenta. Infatti richiede circa 20 minuti, un tempo necessario per far arrivare al cervello il messaggio che indica il senso di sazietà.
 
Tra le sostanze nutritive da controllare per sbarazzarsi di un addome sempre gonfio ci sono le fibre. Si consiglia un apporto di 30 grammi al giorno.
Un eccesso di fibre provoca disturbi digestivi come nel caso di diarrea e di distensione addominale.
Per prevenire il gonfiore addominale si raccomanda poi di bere molta acqua. Così si stimola la diuresi e l’eliminazione di scorie e tossine dal corpo.
Anche la regolare pratica di un’attività fisica aiuta ad attivare il transito intestinale. Come conseguenza si contrasta l’addome sempre gonfio.
Con queste semplici dritte, vi sentirete più sani e più pronti per la prova costume! 
Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.