Processo Maroni: il pm critica l’altro rinvio chiesto dalla difesa

Milano, 27 aprile 2017, fonte Ansa. “Se ogni volta per un’udienza c’è un problema di salute, questo processo, che è fermo da più di due mesi, rischia di rimanere fermo al palo fino alla primavera del 2018”. Così il pm di Milano Eugenio Fusco, facendo un implicito riferimento al periodo in cui in Lombardia si voterà per il rinnovo di Giunta e Consiglio, è intervenuto in aula sulla nuova istanza di legittimo impedimento per motivi di salute, la terza consecutiva dallo scorso marzo, presentata dal legale Domenico Aiello, difensore di Roberto Maroni, nel processo che vede tra gli imputati il Governatore lombardo per presunte pressioni per far ottenere un viaggio a Tokyo e un contratto a due sue ex collaboratrici. I giudici della quarta sezione penale (presidente del collegio Maria Teresa Guadagnino), dopo una camera di consiglio, hanno accolto l’istanza di rinvio del difensore e aggiornato il processo al 6 maggio precisando, però, che “sarà onere del difensore nominare” un suo sostituto se perdurerà “l’impedimento” dell’avvocato.

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.