Premio letterario “Racconti nella Rete”: prosegue la collaborazione tra AIDR e LuccAutori 

Ufficio Stampa Aidr

Si è messa in moto la macchina organizzativa della 26^ edizione del festival letterario LuccAutori, in programma a Lucca dal 18 settembre al 4 ottobre. Sede degli incontri saranno la Biblioteca Agorà, Villa Bottini, Palazzo Bernardini , l’Isi Barga per un appuntamento in collaborazione con la Fondazione Giovanni Pascoli. 
Il festival, diretto da Demetrio Brandi, sarà dedicato a Federico Fellini, con la partecipazione, tra gli altri, della nipote Daniela Barbiani e l’allestimento di una mostra a Villa Bottini dal titolo “Fellini forever” a cura di Stefano Giraldi. A palazzo Bernardini si parlerà di Alberto Sordi con l’intervento di Giancarlo Governi. Tanti gli ospiti presenti a Lucca, che saranno annunciati nei prossimi giorni.
Nelle giornate del 3 e 4 ottobre a Villa Bottini saranno premiati i 25 vincitori del premio letterario Racconti nella Rete e proiettato il corto tratto dal soggetto vincitore della sezione cortometraggi. Grande attenzione sarà rivolta al mondo giovanile con gli appuntamenti organizzati in collaborazione con il liceo artistico Passaglia per la mostra “Racconti a colori”, e con le Fondazioni Mario Tobino e Giovanni Pascoli.
Sabato 3 ottobre verranno assegnati due riconoscimenti. Il premio Buduàr per il miglior racconto umoristico è stato assegnato a Davide Desantis (Varese) per il racconto “Progetto d’Esame”, mentre il premio Aidr (Associazione Italian Digital Revolution) viene assegnato al vincitore più giovane, Davide Deidda (Capua) con il racconto “C’erano una volta i Kinvert”.
“Grazie alle nuove tecnologie – afferma Mauro Nicastri presidente dell’Aidr – la cultura è cambiata. Con l’avvento dell’informatica e di Internet, come dimostra ormai da tempo il premio ‘Racconti nella Rete’, ci sono più spazi e soprattutto esigenze diverse. E quindi, con questo piccolo gesto, il nostro auspicio è di contribuire a favorire la digitalizzazione della società e a coltivare un’idea di cultura più evoluta che possa coinvolgere tutti”.
Il programma completo nel sito www.raccontinellarete.it

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.