PASQUALE VIRCIGLIO, DALLA SICILIA ALLA MAREMMA PER AMORE DELLA CHIRURGIA ESTETICA (e non solo)

di Stefano Bini

Pasquale Virciglio, classe 1981, specialista in chirurgia maxillo facciale, medicina e chirurgia estetica, è anche dirigente medico del Policlinico Celio di Roma e libero professionista nella città eterna e a Grosseto.

La Maremma è la zona in cui vive e l’ha adottato con tanta passione; la cosa è stata ricambiata, visto che il buon Virciglio è impegnato su molti fronti, dalla politica al sociale.

Oltre ad essere un caro amico di famiglia, è un serio professionista che ha deciso di rispondere a delle domande specifiche sulla sua delicatissima professione.

Negli ultimi vent’anni, la chirurgia ha fatto passi da gigante, sia sotto il profilo estetico che per situazioni più gravi. Quali sono state le vere evoluzioni?

«Le vere evoluzioni sono state nel campo della ridotta invasività dei trattamenti. Un tempo si diceva “grande taglio, grande chirurgo”, oggi è esattamente l’opposto e con trattamenti ambulatoriali o piccoli interventi si ottengono risultati eccezionali per le aspettative estetiche dei nostri pazienti»

Come chirurgo, assecondi le richieste dei tuoi pazienti o cerchi di farle ragionare, qualora volessero esagerare nelle misure di seni, labbra o zigomi?

«I pazienti vanno capiti, rassicurati ed infine consigliati per il meglio. La linea sottile tra accattivante e volgare è molto sottile e sta al chirurgo assecondare le aspettative estetica delle pazienti senza esagerare»

Nel post lockdown, hai avuto un boom di richieste o c’è ancora un restìo generale a farsi “toccare” da altri?

«Temevo una ripresa più complicata, invece il lavoro seppur più lentamente è ripartito. Chiaramente ancora l’aspetto del covid 19 limita lavoro e voglia dei pazienti ad eseguire le pratiche più invasive, ma sono fiducioso»

Alla riapertura, hai avuto difficoltà con la burocrazia e le varie norma sulla sanificazione?

«La salute prima di tutto. Per la riapertura, nuove regole di igiene aggiuntive ma nessun problema ad adattarci. Sono un chirurgo, vivo di sterilità ed igiene quindi mettere in pratica protocolli aggiuntivi di sanificazione anticovid non è stato un problema»

La chirurgia estetica è esplosa anche tra gli uomini; qual è il ritocchino che chiedono più spesso?

«Finalmente da qualche anno anche noi maschietti ci affidiamo al chirurgo estetico. Il viso la fa da padrona, con rughe d’espressione trattate con Botox e Filler, poi la chirurgia delle palpebre con la blefaroplastica che ringiovanisce il viso e poi la liposcultura di addome, pancia e petto»

Quello dell’estetica è uno tra i settori più in espansione al mondo, nonostante le continue crisi. Secondo te, c’è una spasmodica ricerca del bello o è semplicemente moda?

«Sì, è un settore in crescita almeno nel periodo pre covid. Questo certamente perché la società di oggi, tra social ed influencer, impone canoni di bellezza e simil perfezione continui. Ma anche grazie al miglioramento delle nostre tecniche che ha reso la chirurgia estetica veloce, sicura e con risultati eccellenti»

Tre figli e un lavoro che ti gratifica. Altri sogni nel cassetto?

«L’ambizione ha da sempre superato il mio talento ma davvero posso ritenermi un uomo realizzato. Quindi desidero solo essere grato per questa “abbondanza” che mi hanno regalato la vita ed il karma»

Infine, in generale, quali sono gli interventi più richiesti dai pazienti?

«Tra gli interventi più richiesti, la chirurgia del Seno con la Mastoplastica additiva con protesi, poi liposuzione tridimensionale, la chirurgia del viso con rinoplastica, lifting e blefaroplastica. Certamente, un ruolo di rilievo tra le richieste ha anche l’addominoplastica»

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.

Un pensiero riguardo “PASQUALE VIRCIGLIO, DALLA SICILIA ALLA MAREMMA PER AMORE DELLA CHIRURGIA ESTETICA (e non solo)

  • 1 Giugno 2020 in 20:18
    Permalink

    Ho trovato l’articolo di chirurgia estetica interessante ed equilibrato, mi auguro di che la rivista possa tenerci aggiornati sull’argomento. Grazie

I commenti sono chiusi.