Milano Ristorazione: continuano le proteste dei genitori

Milano, continuano le proteste dei genitori sulla scarsa qualità del cibo della società Milano Ristorazione, che opera a Milano dal 1 Gennaio 2001.
La Società dovrebbe garantire un servizio di ristorazione scolastica a nidi d’infanzia, scuole pubbliche dell’infanzia, primarie, secondarie di primo grado e a case di riposo, anziani con servizio a domicilio e centri di prima accoglienza.
Ma da qualche settimana sono sorte lamentele per quanto riguarda “pizze gommose” e “polpette di merluzzo”.
Per dire no alle polpette di pesce, 370 famiglie hanno chiesto il menù in bianco per i propri figli. “È un comportamento scorretto e contrario al regolamento delle commissioni mensa” scrive l’azienda milanese.
La “protesta del bianco” è avvenuta in diverse scuole, tra cui nelle scuole di via Mattei, via Carnovali, via Sant’Uguzzone, questa battaglia è iniziata all’interno delle refezioni: 300 alunni hanno rispedito la pizza al mittente giudicandola “gommosa”. Mentre, le polpette di merluzzo al sugo non piacciono al 90% dei bambini, dicono i genitori, sono state comunque servite senza pomodoro ai bambini, al posto della dieta leggera temporanea. I piatti sono stati rimandati indietro e a causa di ciò i bambini sono rimasti senza secondo.
Questa situazione non è piaciuta a Milano Ristorazione, che minaccia di iniziare una battaglia legale. Le richieste, infatti, hanno mandato le mense in tilt.
Ma cosa contengono queste polpette? Si tratta di un mix di patate e merluzzo con aggiunta di ricotta e parmigiano: del sapore del pesce resta davvero poco.
Le polemiche non riguardano solo le polpette di merluzzo, ma riguarda anche al piatto unico. Unica eccezione la pizza che, quando è buona, è anche molto gradita dai bambini, ma spesso è gommosa e quindi immangiabile.
I genitori Milanesi, quindi, chiedono di avere un servizio all’altezza di quello che pagano, e molti pagherebbero per averne uno migliore. Milano Ristorazione pensa solo ad un’educazione sociale a tavola, ma il risultato è un cibo diverso dal biologico e naturale previsto dal contratto di servizio.
Rimane forte la contestazione dei genitori riguardo il servizio di Milano Ristorazione dopo le diverse proteste.
Il Comune e Milano Ristorazione continuano a non interessarsi del malessere dei bambini e dei continui richiami dei genitori in merito alla qualità del servizio.
Se Milano Ristorazione afferma di aver aperto un dialogo con genitori e insegnanti riguardo l’educazione alimentare e attenzione al cibo per far crescere i bambini in modo sano e consapevole, Milano non può permettersi di offrire un servizio così importante in maniera non adeguata. I genitori chiedono attenzione, aspettando un intervento dell’assessore competente.

Stefania Tarantino

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.