MACRON PERDE L’EGEMONIA ALL’ASSEMBLÉE NATIONALE

di Roberto Donghi

La République en Marche, il partito del presidente Emmanuel Macron ha perso la maggioranza assoluta dei seggi all’Assemblée Nationale.

Nell’ultima settimana è infatti salito a 26 il numero totale dei deputati che dal 2017 ad oggi hanno deciso di lasciare il partito del presidente La République en Marche (LREM) per creare altre formazioni o entrare in quelle storiche già esistenti.

Il colpo più forte è stato proprio l’ultimo.

Il 19 Marzo, quattro deputati appartenenti all’area sinistra del partito governativo, hanno lasciato i seggi della maggioranza per fondare il gruppo “Écologie démocratie solidarité” (EDS) che ad oggi raccoglie 17 deputati (quasi tutti esuli da LREM) scontenti della linea di governo, della mancanza di piani coraggiosi per l’ambiente  e contrari al ricorso all’art. 49.3 della Costituzione francese che prevede un iter di approvazione delle leggi senza passare dal voto dell’ Assemblée.

Dal giorno dell’insediamento, quindi, i numeri di Macron nel ramo più importante del parlamento francese sono passati da 314 deputati su (577) a 288, perdendo di fatto la possibilità di governare con le sole forze del suo partito.

Non solo esuli, ma anche esclusi.

Dei 26 deputati, 4 in realtà sono stati cacciati dal partito stesso, in particolare uno per non aver votato il bilancio del 2019 ed una per essersi opposta al piano di “fase 2” francese. Entrambi hanno poi aderito al gruppo EDS.

Nonostante questi numeri calanti, il governo di Macron, presieduto da Édouard Phillippe, non è in alcun modo a rischio: il presidente francese può infatti contare su ben 46 deputati dell’alleato “Mouvement démocratie et apparentés” (MoDem) per l’approvazione delle leggi. Sicuramente, però, con maggiori compromessi e concessioni rispetto al passato.

 

 

 

 

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *