LETTA LANCIA UN MONITO AL M5S. Poi da Abu Dhabi parla di lavoro e Alitalia

“La democrazia ha le sue regole per garantire maggioranza e opposizione. L’opposizione non può bloccare aula e commissioni”. Lo ha detto il premier Enrico Letta riferendosi al feroce ostruzionismo da parte dei grillini. “Ognuno deve avere il diritto di fare la sua parte”, ha sottolineato il premier in visita ad Abu Dhabi.

La stabilità e la credibilità sono “carte da giocare”: se le perdessimo, l’Italia rischierebbe di non cogliere l’opportunità anche degli investimenti esteri che possono contribuire “a creare lavoro”. Sono convinto che la stabilità del nostro Paese sia una carta da giocare: sarebbe paradossale se ci presentassimo, ancora una volta, con un’Italia instabile”, ha proseguito il premier ricordando anche l’obiettivo della missione che ha iniziato stasera nel Golfo. “Sono qui perché il nostro Paese possa attrarre gli investimenti che servono anche per creare lavoro”, ha tenuto a sottolineare. Il viaggio nel Golfo, ha ricordato, “è importante per attrarre investimenti in Italia su molti settori e molti temi. Sono con noi molte imprese”.

“L’Alitalia è tra i temi privilegiati”. Così il premier Enrico Letta ad Abu Dhabi risponde a chi gli chiede se nella sua missione negli Emirati affronterà il capitolo della compagnia di bandiera alla luce dei colloqui da tempo in corso con l’emiratina Ethiad.

La Critica

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.