LE SCELTE DEI CONSUMATORI CAMBIANO IL MERCATO. Purtroppo talvolta in peggio

Non sempre i consumatori fanno la scelta giusta e se guardiamo indietro, abbiamo interessanti esempi. Nonostante la superiorità dei sistemi Apple, Microsoft si impose sul mercato con una cattiva copia, chiamata Windows, di quanto si faceva a Cupertino. Nonostante il Betamax di Sony fosse qualitativamente e dimensionalmente la miglior video-cassetta, al punto che tutte le TV la adottarono, nel mercato consumer si impose invece il più scarso ed ingombrante VHS.

Adesso c’è la notizia che, dopo Panasonic che era leader di settore e produceva la miglior tv con questa tecnologia, anche Samsung smetterà a fine anno di produrre televisioni al Plasma. Sul mercato, resterà, forse, LG, ma crediamo non per molto. Le ragioni sono sostanzialmente due: la domanda troppo flebile e la difficoltà di produrre Tv con il nuovo standard di risoluzione che si sta affacciando sul mercato: il 4K.

E’ un vero peccato perché anche un profano, se accostasse una TV al Plasma ad una LCD, potrebbe capire la differenza a favore della prima. Il nero, con il Plasma, è veramente nero ed in genere tutti i colori sono più fedeli; insomma una tecnologia che rende più fedelmente l’immagine. Quella LCD, per quanto sia migliorata, non è all’altezza qualitativa di una TV al Plasma. Dalla sua ha solo una miglior efficienza energetica e costi produttivi inferiori.

Il problema è che troppo spesso le persone fanno acquisti non verificando le caratteristiche tecniche di un prodotto, ma a seguito di un consiglia un amico o per il design o per gli ingombri o per via di una pubblicità ben indovinata: tutti elementi che con la qualità hanno punto a che vedere.

Così per Samsung l’ultimo televisore al Plasma in vendita sarà il modello F8500. Per chi cerca la qualità e non è interessato alla risoluzione 4K, magari attendendo questo autunno, potrebbe fare un buon affare acquistandolo, quando, presumibilmente, i costi scenderanno per liberare i magazzini. Attualmente il prezzo è intorno a € 1.400-1.500.

Samsung si concentrerà quindi su TV UHD (Ultra Alta Definizione) e sulle TV curve e, ancora una volta, la qualità è sconfitta.

Fabio Ronchi

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.