Le rose sarmentose e rampicanti

Come abbiamo visto nei precedenti articoli sulle rose, le diverse cultivar possono variare di parecchio per quel che riguarda le dimensioni e il portamento. Le più grandi sono quelle varietà dette “sarmentose” e “rampicanti”.

Bouquet d'Or.
Bouquet d’Or.

In realtà il termine “rampicante” è improprio. Non si tratta, infatti, di vere e proprie piante rampicanti. Sono piuttosto delle piante con rami vigorosi e lunghi che non riescono a reggersi eretti da soli e necessitano di un sostegno. Rose di questo tipo sono presenti in molti dei gruppi in cui si dividono le rose antiche e moderne. L’unica cosa che unisce tutte le varietà rampicanti è quindi il vigore dello sviluppo e le dimensioni notevoli. Per il resto hanno una variabilità molto alta.

Vediamone alcune cultivar tra le più belle.

Bouquet d’Or è una rosa noisette di grandi dimensioni, quattro metri e mezzo per tre, derivante dall’incrocio di “Gloire de Dijon” per una pianticella sconosciuta. I fiori sono doppi, ricchi di petali, quartati, di un bel colore giallo-salmone, molto profumati. È rifiorente.

Sombreuil è una rosa tea, di dimensioni un po’ più ridotte, due metri e mezzo per uno e mezzo, con fiori bianchi, doppi, piatti e profumati (hanno sentore di frutta). Selezionata nel 1850, è dedicata a

Altissimo.
Altissimo.

Mademoiselle de Sombreuil, un’eroina della rivoluzione francese. Ne esisteva una forma a cespuglio ormai scomparsa. Fiorisce copiosamente nella tarda primavera e produce in seguito pochi fiori.

Altissimo è una rosa di dimensioni medie, tre metri per un metro e ottanta. Ha fiori semplici, molto vistosi, rosso brillante. È un ibrido di tea e appartiene quindi alle rose moderne.

Elegance è un ibrido di tea di tre metri per due metri e mezzo. I fiori, doppi, hanno un bocciolo allungato di grande eleganza, di un color giallo canarino tenue. Non è rifiorente.

Coral Dawn è una rosa di tre metri per due, appartenente alle rampicanti moderne, abbondantemente rifiorente, dai fiori doppi di color rosa, a coppa e profumati. Il portamento è un po’ disordinato, ma comunque apprezzabile.

Elegance.
Elegance.

Infine, le Banksiae, che già ho descritto tra le rose antiche, sono piante di grandi dimensioni, ideali per pergole e bersò, con fiori piccoli, doppi o semplici, gialli o bianchi, raccolti in grappoli. Fioriscono prima delle altre rose, verso aprile, e non sono rifiorenti. Hanno la particolarità di non aver spine.

Si potrebbe continuare all’infinito nella descrizione delle rampicanti. Lascio a voi il piacere della ricerca e della scoperta delle varietà più belle.

Le rose rampicanti sono ottime per coprire muri e staccionate o per creare pergolati e archi. Non sono di difficile coltivazione, ma necessitano di potature e di essere legate a dei sostegni (fili o graticciati) per mantenersi nel pieno della loro bellezza.

Molte delle informazioni sulle varietà descritte sono state tratte dal libro “Rose rampicanti” di Michela Mollia, edizioni Calderini Edagricole.

A Presto!

Enrico Proserpio

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.