LE PEZZOLE DELLA NONNA E ROVENTINI DI MAIALE

Erano tempi duri, quelli in cui la massaia inventò quelle che poi divennero le crepes alla fiorentina; le chiamarono così per la forma che tutt’ora hanno. La massaia doveva arrangiarsi con le poche cose che aveva e così venne fuori questa ricetta eccellente, oggi quanto ieri, da riempire con cose che più ci piacciono.

PASTELLA PER CREPES O PEZZOLE DELLA NONNA

Ingredienti per 20-24 crepes: 2 uova intere e un rosso d’uovo, 200 gr. di farina 00, 1/2 litro di latte abbondante.

Mettete in una pirofila, possibilmente di vetro, la farina, le uova ed il latte. Battere il tutto energicamente con la frusta e tenete in luogo fresco per almeno un’ora. Girare ogni tanto per dare modo alla farina di assorbire il latte. Spesso è necessario aggiungere altro latte prima di iniziare a fare le crepes.

Scaldare la padellina apposita su fiamma bassa, toglierla fuoco e ungerla poco con una cotenna di prosciutto bagnata in olio extra vergine d’oliva; versarvi quindi una piccola quantità di composto, roteando contemporaneamente la padella per farvene aderire un velo sottile. Metterla sulla fiamma badando a far asciugare la pezzola senza dorarla eccessivamente. Quando i bordi si arricciano si può girare ed asciugare l’altra parte. Se la padella è troppo fredda, la pastella non aderisce, mentre se la padella è troppo calda, la pastella fa bollicine.

Le crepes si conservano semplicemente appoggiate una sull’altra, racchiuse fra due piatti, il tempo si conservazione è 3-4 giorni. Conservare in luogo fresco. Se al momento dell’uso i bordi risultassero secchi, mettere le crepes sempre racchiuse fra due piatti sopra una pentola in ebollizione. Queste crepes sono utilissime per piatti salati e per piatti dolci, a seconda del ripieno.

RIPIENO PER CREPES ALLA FIORENTINA

Ingredienti : 500 gr. di ricotta, 1kg. di spinaci crudi, 50 gr. di parmigiano grattugiato, 1 uovo, 1/2 litro di besciamella, sale e pepe q.b., noce moscata.

Bollire gli spinaci, strizzarli bene, passarli nel passatutto, unirli alla ricotta, al parmigiano, sale, pepe e una grattatina di noce moscata. Mischiare bene questo impasto e riempire le crepes in modo da formare dei grossi diti. Disporli in una pirofila imburrata, coprirli di besciamella, una spolveratina di parmigiano grattugiato e passare in forno già caldo 200° per circa 20 minuti.

ROVENTINI DI MAIALE

Ingredienti per 26 roventini: 1 litro di sangue di maiale, un cucchiaio di farina, 2 chiodi di garofano schiacciati, sale e pepe q.b.

Prendere il sangue di maiale, che deve essere fresco, salarlo, peparlo, stemperarlo con la farina e unire i chiodi di garofano. In una padella di ferro ben unta con strutto, appena questo è diventato bollente, versarci una piccola quantità di sangue, che si rapprenderà subito, rivoltarlo e farlo cuocere pochi secondi. Incaciarlo bene con parmigiano grattugiato (i nostri vecchi adoperavano il formaggio pecorino) ed arrotolarlo a forma di sigaro. Servirlo bollente.

Crepes e Roventini sono un piatto unico della tradizione toscana povera, tutt’oggi usato in case, feste popolari e sagre.

Sempre con amore,
Graziella Duranti Bini

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.

Un pensiero riguardo “LE PEZZOLE DELLA NONNA E ROVENTINI DI MAIALE

  • 17 Novembre 2019 in 16:25
    Permalink

I commenti sono chiusi.