Le infinite virtù dell’Argan

di Martina Grandori

È un rimedio per la cura del corpo veramente prodigioso. Arriva dall’Africa, dall’Algeria e dal Marocco specialmente, e per questo viene anche chiamato l’olio del deserto. Idratante, nutriente e ristrutturante, l’olio di Argan è un concentrato di virtù per la bellezza della nostra pelle e anche della nostra chioma.

In lingua berbera, Argan significa olio e nell’Africa del nord è parte integrante della cultura locale (esiste da 80 milioni di anni!), i grandi alberi di Argan sono considerati i simboli della vita, e quello più vecchio che si trova a Tassila, è l’emblema della saggezza e ogni anno viene celebrato con una festa popolare che ne celebra le virtù.

Un tempo le foreste di Argan erano assai estese, oggi purtroppo la specie risulta in estinzione – ecco perché quello autentico è molto costoso, circa 45€ a flacone -tanto da rientrare nelle specie vegetali tutelate dall’UNESCO.

La pianta di Argan è molto rigogliosa sebbene cresca in zone aride, ed è per questo che cammelli e capre sono diventati abili nell’arrampicarsi per mangiarne le foglie verdi.

Fra maggio e giugno fiorisce e dal suo frutto, la drupa, si estraggono i famosi semi che spremuti generano l’olio, una tecnica antichissima che permette anche ai contadini più poveri di guadagnare qualcosa e alle donne di lavorare, preparando artigianalmente l’olio.

Oggi ad usare il miracoloso olio sono donne, ma anche uomini perché è veramente miracoloso e naturale.Vediamo ora i suoi benefici. Usato per la cura della pelle del corpo (aggiungendo 10-15 gocce alla crema idratante, oppure usandolo puro per un effetto ancora più incisivo), aiuta a renderla più elastica (perché aiuta a produrre naturalmente il collagene), cicatrizza (attenua anche le cicatrici), contrasta i segni delle smagliature e per gli uomini con la pelle particolarmente sensibile, si possono aggiungere delle gocce alla lozione dopobarba per calmare i rossori, come le donne possono usarlo come lozione post ceretta perché ha un potere disinfiammante.

Grazie alla sua composizione di acidi grassi, Omega 3, Omega 6, vitamina E e vitamina A, combatte il rilassamento cutaneo e l’invecchiamento. Applicato sulle pelli acneiche, qualche goccia di Argan (unito a olio essenziale di rosa musqueta, lavanda e limone) è un rimedio per decongestionare i brufoli e attenuare macchie e segni dell’acne, ovviamente se usato con costanza. D’estate applicato puro sui capelli (sulle punte) a modi impacco, è una garanzia per avere capelli meno aridi, sfibrati e stopposi. Se il problema sono invece invece mani screpolate e cuticole dure, aggiungete Argan e olio d’oliva alle mani e vedrete presto dei miglioramenti.

Per chi ha voglia di sperimentare, quest’olio viene usato anche in cucina, soprattutto in Marocco per condire cous cous e tajine.

Per ottenere Argan commestibile, diverso da quello per uso cosmetico, si utilizza spremitura dei semi a freddo, mentre l’altro si ottiene dopo aver prima tostato i frutti della pianta. Ha un sapore intenso che ricorda quello della nocciola, e si usa per condire, assunto come alimento possiede varie molecole nutrizionali e fitoterapiche, utili per il benessere dell’organismo e in particolare per la tutela dell’integrità vascolare, cardiovascolare e contribuisce ad abbassare il colesterolo. E studi scientifici riportano che le componenti dell’Argan sarebbero in grado di ridurre la crescita di diverse tipologie di cellule cancerogene.

Una pianta miracolosa questo Argan.

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.