LAMBRATE: PROTESTA DEI CITTADINI. De Corato: intanto Bussolati vaneggia di cacce ai rom

Ieri sera, vivace protesta di cittadini durante il Consiglio di Zona 3 per la situazione di degrado che si è creata nella zona di Lambrate-Rubattino. “Presenti i due Assessori Granelli e Maran – spiega Riccardo De Corato (FdI) – che rappresentano l’incapacità della Giunta Pisapia di affrontare l’emergenza sicurezza in tutta la zona e con il segretario del PD Bussolati che si è inventato una presunta caccia ai rom, mentre sono i nomadi a creare notevoli problemi di sicurezza a tutta la zona come dimostrano le foto scattate dai residenti del posto”.

La situazione di precarietà è stata denunciata dai rappresentanti di quartiere e da molti quotidiani negli ultimi tempi, questi disagi dovrebbero essere noti all’Amministrazione comunale, che invece, continua a negare i fatti, lasciando he la situazione si aggravi sempre di più. Il degrado si concentra in particolare in viale Rimembranze di Lambrate, dove la piazza è teatro di un perenne bivacco, con le panchine che dovrebbero essere ausilio di bambini e anziani, sono invece diventate la dimora abituale dei nomadi. Le fontanelle sono state trasformate in lavatoi di cose e persone, mentre l’area all’interno e all’esterno della piazza è utilizzata per espletare bisogni fisiologici, a cui si accompagna l’abbandono costante di quantità ingenti di immondizia. Uno stato di insalubrità della zona, che ha costretto Amsa a un intervento speciale di bonifica i cui effetti stanno già svanendo.

“A pagare – continua De Corato – sono ancora una volta i cittadini milanesi, costretti a vivere questa situazione, a causa del totale immobilismo dell’Amministrazione comunale. Inoltre, lo stato di ubriachezza dei Rom è inevitabilmente abbinato a molestie verbali e fisiche, risse tra i membri del gruppo stesso e violenze anche nei confronti di donne, di notte poi la situazione degenera in schiamazzi e lanci di bottiglie. Il degrado anche via Rubattino, dove sono presenti insediamenti di rom, che si danno ai furti in case e automobili, spargendo anche rifiuti ovunque”.

L’Amministrazione comunale – conclude De Corato -deve assolutamente rispondere alle richieste dei cittadini, che invocano il quartiere sia pattugliato dalla municipale, l’installazione di telecamere di sicurezza e barriere per l’impedimento ai camper di entrare in via Rubattino e il suo sgombero”.

La Critica

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.