Quando investire sulle persone è sinonimo di innovazione e crescita

Le opportunità a portata di mano che le aziende non colgono. preferendo pagare due volte la formazione professionale dei propri dipendenti.

In uno scenario economico incerto come quello in cui viviamo, con un mercato sempre più globale, competitivo, agguerrito e spietato, lo stress, la stessa incertezza oramai divenuta caratteristica intrinseca del lavoro e la pressione generata si ripercuotono inizialmente su quello che ognuno, al di là di ogni retorica sul tema, considera essere l’asset più importante di ogni attività di business: le risorse umane. Lo sviluppo personale viene così frenato con dirette conseguenze sul collettivo e, pertanto, sull’azienda stessa.

Oggi le aziende devono affrontare tematiche che vanno al di là del prodotto o dell’offerta commerciale. Devono far fronte alle difficoltà di trovare e gestire nuovi talenti, alla digital transformation aziendale, alla flessibilità del lavoro e del mercato stesso e alla capacità di leadership delle loro figure chiave “ – così esordisce Francesco, co-founder di Elite Business, società di consulenza aziendale specializzata nella formazione manageriale e nata per supportare le realtà economiche in questo contesto con soluzioni personalizzate, innovative, volte a trasmettere una metodologia più che a insegnare concetti. Nozioni apprese che nel tempo possono essere trasferite sul campo e mantenute monitorate affinché si controlli l’obiettivo di crescita e di sviluppo interno del gruppo di lavoro, messo alla prova periodicamente con sedute di team building che servono all’azienda non solo a comprendere il livello di squadra e di collaborazione raggiunta dai dipendenti, ma anche a comprendere la capacità, le competenze personali e l’attitudine di nuovi candidati a operare sotto stress .

Poter contare su validi collaboratori che sentano come loro il successo aziendale, ai giorni d’oggi, è di fondamentale importanza affinché si possa offrire al pubblico la propria organizzazione prima che il prodotto stesso. Noi vendiamo innanzitutto il nostro modo di lavorare, la serietà, la puntualità e la velocità di reazione. E avere un team di collaboratori che opera come una squadra, consente all’azienda di instaurare al suo interno un equilibrio motivazionale che porta risultati inattesi e talvolta straordinari. Se sollecitata, l’iniziativa, l’improvvisazione e il genio di un proprio collaboratore può risolvere imprevisti e problematiche sopraggiunte, velocizzando i tempi di reazione e i processi aziendali.

Purtroppo, nonostante le evidenti necessità nell’ambito, non tutte le aziende comprendono l’importanza alla valorizzazione delle risorse umane, ritenendola più un costo che un investimento o un’opportunità e, talvolta, come una sorta di rischio per l’azienda stessa “ – riferendosi al concetto su cui il datore di lavoro teme onerosi investimenti sulla persona consapevole che un domani, tutto ciò, può essere perso con la fuoriuscita della stessa, favorendo, magari, la concorrenza che si trova ad avere una figura professionale formata e addestrata “ In realtà non è così se si interviene sull’aspetto emotivo e motivazionale della persona. Ognuno di noi ha bisogno di un leader, di una guida, di un riferimento. Ed è proprio in quest’ambito che la nostra formazione opera, come accennato poc’anzi. Consolidare la leadership del manager e l’operatività della squadra di lavoro convergendo l’interesse personale con quello collettivo. Il risultato è un ambiente di lavoro sereno, collaborativo che instilla nelle persone la volontà di crescere e far crescere i propri colleghi con la consapevolezza di avere un ritorno di soddisfacimento nel lavoro fatto e nell’obiettivo raggiunto e nella definizione di nuovi traguardi e sfide aziendali che diventano personali “ .

Si tratta pertanto di una mentalità che soprattutto in Italia persiste forte nel pensiero aziendale dell’imprenditore, fermato dall’investimento sulla formazione e sull’aggiornamento professionale e metodologico dei propri collaboratori perché convinto che essa rappresenti una spesa futile, da risparmiarsi.

In realtà oggigiorno le stesse aziende hanno la possibilità di abbattere notevolmente quelle che possono essere le risorse economiche dedicate alla formazione professionale e al suo know how che, tra l’altro, rappresenta realmente il valore aggiunto e quella proposta unica che contraddistingue dalla concorrenza. Esistono strumenti che, purtroppo, risultano ancora oggi sconosciuti ai molti. Forme di finanziamento come, ad esempio, i fondi interprofessionali

I fondi interprofessionali, costituiti per legge nel 2003, rappresentano una vera e propria opportunità a portata di mano, non sfruttata. Organismi di natura associativa e promossi da organizzazioni di rappresentanza delle parti sociali, questi fondi permettono di gestire quel gettito che tutte le imprese, per legge, destinano alla formazione continua dei dipendenti e che rappresentano lo 0,3% di ogni cedolino. Ce ne sono di diversi tipi. Alcuni finanziano una tipologia particolare di corsi di formazione e altri, invece, risultano più flessibili e completi, ricoprendo un catalogo più ampio. L’aspetto sensazionale è che non costa assolutamente nulla all’azienda che, non cogliendo l’opportunità, dopo aver versato il corrispettivo di ogni busta paga, si rivolge a consulenti che altro non sono che semplici commerciali e venditori di corsi di formazione e aggiornamento professionali che, facendo leva su alcuni obblighi di legge vigente nel panorama legislativo italiano che impone l’impresa a mantenere costantemente aggiornato il proprio dipendente, si fermano al prospetto del piano formativo, guidando l’impresa a un doppio investimento, come ha modo di aggiungere Francesco – “ In Italia ci sono tantissime aziende che ancora oggi non sanno di pagare due volte l’aggiornamento e la formazione professionale dei propri collaboratori. Paradossale se pensiamo a quanto abbiamo appena detto. Per questo motivo noi, più che offrire i singoli corsi di formazione, offriamo alle aziende un confronto, una semplice chiacchierata attraverso la quale, in accordo e in sinergia con il nostro staff di esperti, consulenti, collaboratori e professionisti di settore, riusciamo a creare un progetto formativo, di crescita e di sviluppo aziendale specifico e personalizzato alle effettive esigenze e necessità, delegando al cliente la sola preoccupazione di scegliere chi destinare a questi progetti ed aiutandoli ad attingere ai fondi interprofessionali o altre forme di finanziamento seguendo totalmente anche ogni singola parte dell’iter amministrativo e burocratico

Una formula pertanto All Inclusive, corredata di proposte rivolte all’aspetto caratteriale, alle competenze e all’arricchimento di quel know how utile alle aziende per competere in questo contesto economico in cui sono in tanti ad urlare e dove è divenuto sempre più difficile farsi notare senza dover scendere a compromessi e accordi commerciali. La qualità del servizio e del prodotto quale conseguenza di un tesoro che non può essere emulato perché appartenente a quell’ingranaggio della catena produttiva e commerciale e indispensabile al motore che traina l’azienda nel mercato e nel suo futuro, consapevoli che esiste una sola cosa nel mondo del lavoro che non può essere ri prodotta da altri: le capacità e le conoscenze individuali e aziendali.

E in un mercato globale, l’internazionalizzazione è la chiave di volta per le imprese che intendono crescere e aprire i propri confini. E in questo contesto, Elite Business propone un corso di inglese “ innovativo, poiché a cavallo fra la didattica e il coaching. La nostra docente, attraverso un sistema comprovato, lavora sui punti deboli dei partecipanti e sulle esigenze delle aziende, personalizzando un percorso utile a velocizzare e a trasmettere un metodo di auto apprendimento, in grado di aiutare anche chi si ritiene troppo in là con l’età per apprendere un nuovo idioma. Il nostro corso presenta una efficacia che non si riscontra in quelli tradizionali perché incentrato totalmente sul bisogno dell’azienda e sullo scopo di conciliare il poco tempo a disposizione da dedicare all’apprendimento della lingua inglese

Provare per credere.

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.