IL NUOVO ALBUM DI ERNIA, TRA INTROSPEZIONE E VISSUTO

di Manuel Gallo

Gemelli, un album tanto atteso e uscito in ritardo a causa dalla pandemia, è il terzo album, pieno di sfumature sonore e di genere, di Ernia, cantautore e rapper italiano. Con tutta la tracklist, rappresenta le sfaccettature personali dell’autore, e ha a segnato il suo goal mostrando la sua versatilità, cantando canzoni hip-hop e cambiando direzione verso il rock.

Il nome, racconta il cantautore milanese, simboleggia la dualità, il doppio, la somiglianza apparente e la diversità interna, come esattamente possono essere due gemelli. Infatti, nel disco ci sono pezzi che si compensano tra loro, soprattutto nei titoli. Lo stesso Ernia dice di essersi distinto nel saper alternarsi in vari mood presenti nelle canzoni; è riuscito a passare da un pezzo che potesse far esplodere la folla, per l’energia e lo stile che si usa nel genere hip-hop, al far tirar fuori gli accendini a tutto il pubblico per la classicità e la cultura della canzone.

Ancora una volta, le sorprese non mancano. Le principali sono i featuring presenti nella tracklist, che non lascia certo a desiderare. In particolare, una traccia, che è una delle preferite del cantante, è stata vittima di uno spoiler nella diretta Instagram, fatta con due colonne portarti della musica rap italiana, Jake La Furia e Don Joe; stiamo parlando di Puro Sinaloa, che è il richiamo d’amore della canzone Puro Bogotà, del celebre gruppo rap Club Dogo. Ernia, si può ben capire, è stato onorato di aver modernizzato la sua canzone preferita, tramandandola alla sua generazione di fans. Riguardo alla questione featuring, i salti tra vecchi e nuovi tempi, è una caratteristica potenzialmente distintiva; il coinvolgimento di artisti di gran calibro come Fabri Fibra, la collaborazione di Shiva, giovane emergente del 2020, senza dimenticare coetanei e amici di infanzia del rapper Ernia, rendono onore al rapper. Questi, chiamano in causa tre generazioni differenti.

Il fattore principale che lo contraddistingue è la scrittura; Ernia afferma di raccontare sempre di lui nelle canzoni, di vita passata ed esperienze che lo hanno formato.

La realizzazione di questo disco ritrae il periodo di vita che ha vissuto e sta vivendo tutt’ora, dicendo proprio nell’intervista a Esse Magazine “di sentirsi come scritto nel titolo del testo, finalmente Vivo”.

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.