“il consigliere del principe saudita guidò lʼomicidio via Skype”

Saud Al Qahtani avrebbe ordinato agli 007: “Portatemi la testa del cane”. Ma Riad promette: “Dallʼinchiesta uscirà la verità”.

– News da Tgcom24.

Il ministro degli Esteri saudita, Adel Al Jubeir, ha assicurato che “l’inchiesta sull’uccisione del giornalista Jamal Khashoggi produrrà la verità su quanto accaduto”. Al Jubeir ha anche promesso misure in modo che “qualcosa del genere non possa mai più accadere”. Secondo gli 007 turchi, Saud Al Qahtani, stretto consigliere del principe Mohammed bin Salman, avrebbe guidato le operazioni che hanno portato all’omicidio via Skype.

Per l’intelligence turca, il presidente Erdogan avrebbe in mano la registrazione che prova la sua presenza virtuale almeno alla parte iniziale dell’intervento del presunto squadrone della morte. Qahtani, responsabile della comunicazione sui social media del principe ereditario, avrebbe ordinato agli 007: “Portatemi la testa del cane”.

La lite tra il consigliere e il reporter – Qahtani, tra i cinque alti ufficiali allontanati dalla Corona lo scorso fine settimana per sospette responsabilità nella morte del reporter, avrebbe insultato Khashoggi e quest’ultimo avrebbe risposto. Allora Qahtani avrebbe ordinato poi l’uccisione. Fonti saudite lo hanno accusato di aver portato avanti senza autorizzazione il piano per un sequestro del giornalista, poi sfuggito di mano fino alla morte.

 

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.