I PROBLEMI DELLA GENTE NON SI CHIAMANO “POPULISMO”.

Bravo Paolo Del Debbio. Intervengo per spezzare una lancia a favore delle trasmissioni tv condotte e ideate dal giornalista Paolo Del Debbio: “Dalla Vostra Parte” e “Quinta Colonna”.
Troppo spesso sono state criticate in modo negativo e ingiustamente e accusate di essere populiste. Certo, populiste per coloro che hanno governato l’Italia fino a poco tempo fa e, aggiungo, governato male. Parlo della politica condotta dal PD, guidato da Matteo Renzi, che ha sottovalutato e non ha dato risposta agli urgenti problemi del Paese e dunque, ai disagi dei cittadini. Politica del PD, bocciata dalla maggior parte degli Italiani, che vivono e affrontano le dure realtà delle periferie cittadine e dei piccoli Comuni. Così, ecco che le trasmissioni condotte da Del Debbio e poi da Belpietro, sono state definite populiste. Ma i problemi della gente non si chiamano “populismo”, sono un’altra cosa seria. I problemi della gente devono essere ascoltati e presi in considerazione: occorre dare risposte concrete, in modo rapido, il più possibile. Definire populiste queste trasmissioni, significa vivere sulla Luna, significa non avere molte risposte da dare. Ho detto “bravo Del Debbio” perché ha contribuito a dare voce alla gente: a chi dormiva in auto, alle vittime di ingiustizie sociali, a chi non aveva un lavoro, a chi ha perso la propria casa e forse anche la speranza di un futuro vivibile. A chi semplicemente voleva sfogarsi con qualcuno che gli prestasse ascolto. Alcune criticità hanno avuto una risposta e anche soluzioni concrete. Anche queste trasmissioni tv, con i propri servizi sulle varie situazioni precarie del vivere quotidiano, sono state utili: hanno smosso situazioni ferme. Affermare che tutto ciò è populismo, è una scusa per cercare di nascondere una politica fallimentare. Chi non risponde alle esigenze della gente, ai bisogni dei cittadini, è giusto che stia a casa. La politica è bella, ma è una cosa molto concreta.

 

Alessandro Milani

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.