I DIAMANTI COME STORIA. La Savani Gems racconta il mercato delle pietre preziose

di Gabriele Rizza

Desiderare e indossare gioielli in oro, con diamanti e pietre preziose, è uso antico quanto la storia dell’umanità, basti pensare ai ritrovamenti archeologici, ai disegni incisi su vasi o ai mosaici. E’ un desiderio antico quanto sono antiche le pietre che, i più fortunati, possono conservare, tramandare e sfoggiare. Il commercio dei diamanti continua così il suo corso, in un mercato globale che risente sempre più delle tensioni geopolitiche ed economiche, come ad esempio i dazi commerciali degli USA alla Cina, grande produttore di metalli preziosi.

 Un’eccellenza nel business del settore è la Savani Gems, azienda attiva nel commercio all’ingrosso di diamanti, rifornisce gioiellerie, laboratori orafi e fabbriche che poi mandano in produzione i vari gioielli e li vendono al dettaglio al cliente. L’azienda, contattata dalla nostra Redazione, si è mostrata molto sensibile alla considerazione culturale delle nuove generazioni di questo settore dalle radici antichissime: “Purtroppo i più giovani, quando hanno a disposizione una certa somma, non regalano più alla loro fidanzata o mamma un gioiello. Preferiscono investire nella tecnologia e così risulta più appetibile l’ultimo IPhone da 1500 euro, piuttosto che un gioiello che dura per sempre. La colpa è anche delle grandi società del settore che non investono più in pubblicità, promozione e racconto del prodotto”. Insomma, un cambiamento culturale che muove il mercato verso ciò che è utile ma usa e getta, che fa tendenza ma non crea valore patrimoniale tramandabile, legami familiari e ricordi come può farlo una pietra preziosa.  A questo cambiamento culturale – generazionale, si aggiunge la grande recessione, causa dell’arresto dell’ascensore sociale e dell’impoverimento della classe media. La Savani Gems vede però la luce in fondo al tunnel, nonostante la crisi economica e la sensibilità di molti giovani, perché la tradizione è tradizione, e un mercato letteralmente millenario continuerà a scaldare i desideri di tantissime persone: “Nemmeno la creazione di diamanti in laboratorio ha arrestato il desiderio di portare al dito un diamante naturale. Il cliente vuole portare al dito qualcosa creato da madre natura in milioni di anni e non in due mesi in laboratorio. Il settore dei diamanti ultimamente si sta riprendendo”.

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.