Gucci conquista l’Ariston

di Stefano Sannino

Gucci fa ancora parlare di sé grazie all’ultimo look indossato da Achille Lauro durante la serata conclusiva di Sanremo.


Nella giornata di ieri, il cantante aveva lanciato sui suoi social network un indizio per aiutarci a capire quale personaggio avrebbe impersonato la sera, attraverso una frase tradizionalmente attribuita ad Elisabetta I Tudor.
Ed è proprio da Elisabetta I Tudor che il cantante si è vestito con tanto di parrucca e di outfit griffato Gucci. Ancora una volta, lo stilista della griffe Alessandro Michele, ha mostrato non solo di saper reinterpretare in modo decisamente molto artistico degli elementi del passato, ma ha anche mostrato tutta la straordinaria bellezza androgina da cui è ossessionato.
Tale bellezza androgina si è espressa pienamente non solo attraverso i suoi abiti, ma anche attraverso colui che li ha indossati, il quale è stato decisamente in grado di lanciare un messaggio rivoluzionario per il palco di Sanremo.

Avevamo già parlato della cappa Gucci indossata da Lauro durante la prima serata, ma non avevamo ancora visto niente: né lo strabiliante look da David Bowie e nemmeno quello Marchesa Luisa Casati Stampa, che ha sfoggiato rispettivamente nella seconda e terza serata del festival. Questo crescendo si è concluso con l’abito di ieri, che avrà fatto certamente scuotere molte teste dei telespettatori, ma che di certo ha riscontrato il gradimento del pubblico di sala, il quale ha fischiato contro la classifica finale del festival, proprio perché non d’accordo con l’ottavo posto guadagnato da Lauro.

Insomma, Gucci e Lauro si sono dimostrati un’accoppiata vincente non tanto per la posizione in classifica che hanno ottenuto, ma sopratutto per i messaggi socialmente importanti che sono riusciti a lanciare insieme sul palco. Ancora una volta, musica e moda si sono alleate per combattere i sistemi castali della società occidentale contemporanea.

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.