FLASH MOB SCUOLE PARITARIE “NON SI TOCCA LA FAMIGLIA”

Tutti in piazza a Montecitorio dove i veri protagonisti sono stati i ragazzi, i docenti,le famiglie e le associazioni a sostegno della libertà di scelta educativa dei genitori, come la FILINS Federazione Italiana Licei ed Istituti scolastici Non Statali, che come sempre in prima fila scende in campo x difendere la parità scolastica legge 62 del 2000 con il suo Presidente Cav. Giovanni Piccardo , e la rappresentante USMI E CISM del comparto scuola S.Anna Monia Alfieri . Si tratta di un settore in crisi perché e’ riservata solo alle famiglie più abbienti. Quelle che non hanno la possibilità economica non hanno scelta… c’è solo la scuola gestita dallo Stato. Tuttavia il 66% delle scuole dell’infanzia e’ a carico delle famiglie che pagano due volte: prima con le tasse e poi con la retta scolastica.

Il famoso comma dell’art. 33 della Costituzione e’ stato completamente travisato azzerando gli altri principi di uguaglianza e di libertà. Occorre una mobilitazione generale per portare l’Italia alla situazione degli altri Paesi europei in cui il servizio dell’istruzione e’ affidato sia allo Stato che agli enti pubblici e privati in regime di sussidiarietà’. L’evento Flash mob voluto dall’associazione -Non si Tocca la Famiglia-promotrice dell’iniziativa #LiberiDiEducare, al termine della Maratona per la famiglia ha voluto aprire una pagina storica dove prendere coscienza di un tema sottaciuto per decenni sulla libertà di scelta educativa dei genitori. A vent’anni dalla Legge 62 sulla Parità Scolastica oggi ancora si discute su un dato che dovrebbe essere condiviso da tutti, come afferma Giusy D’Amico Presidente dell’associazione “Non si tocca la Famiglia”In tempo di corona virus proprio la famiglia che ha tenuto con forza straordinaria la precaria stabilità emotiva, psicofisica assistendo nonni figli e malati oltre che mettersi in gioco con la didattica a distanza per accompagnare l’istruzione dei figli, si è vista sottratta la libertà di scegliere ancora la scuola che più corrisponde al bagaglio dei propri valori, etici filosofici culturali religiosi. Presenti molti esponenti di partito che in modo trasversale si sono espressi a difesa del diritto di giustizia sociale, affinché la scuola sia davvero di tutti e non solo quella che oggi divide i cittadini in ricchi e poveri.

On. Maurizio Gasparri, Giusy Versace, S.Anna Monia Alfieri

Presenti tra i tanti anche Stefano Fassina di LEU che ha sottolineato come non può essere ignorato il grido di dolore di tutte quelle scuole pubbliche paritarie a rischio chiusura a settembre. Anche la Senatrice Tiziana Drago del M5S ritiene importante il tema e vitale la discussione sul sostegno alle famiglie, ma c’è ancora troppa poca informazione al riguardo. Hanno preso parte al dibattito in piazza anche l’On. Maria Stella Gelmini di Forza Italia -già Ministro dell’Istruzione, il Presidente del Gruppo Parlamentare di Forza Italia al Senato l’On. Maurizio Gasparri, il Vicepresidente della Camera dei Deputati l’On. Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia, la campionessa di sport e di vita Giusy Versace di Forza Italia, l’On.Mario Pittoni e l’On. Simone Pillon della Lega, l’On Ugo Grassi Lega e Salvini Premier, la Senatrice Maria Alessandra Gallone di Forza Italia, l’On. Stefano Lepri del Partito Democratico, l’On. Manuela Gagliardi del Gruppo Misto, le Deputate Paola Frassinetti e Carmela Bucalo di Fratelli d’Italia, l’On. Paola Binetti UDC, dopo le tante dichiarazioni di tutta la classe politica schierata a favore del tema, ci si augura si concretizzi nelle aule del Parlamento l’approvazione agli emendamenti proposti e si apra il tempo di un nuovo movimento che in tale direzione sia disposto a formare e informare la classe politica, per non mortificare un sistema educativo che sta assistendo alla chiusura di decine e decine di istituti, che in alcune zone a rischio del paese sono gli unici presidi umani sociali culturali rimasti a combattere contro gravi forme di disagio educativo.         

S.Anna Monia Alfieri

Il servizio é stato realizzato dalla DFH Production a cura del Regista Alessandro di Filippo per la FILINS Federazione Italiana Licei ed Istituti scolastici Non Statali a sostegno dell’iniziativa per rivendicare le ragioni della protesta.

A cura di
Paola Zanoni

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *