FFORA, LIFE MADE ACCESSIBLE FOR ALL

Disability first

di Martina Biassoni

Mentre navigavo nella pagina “esplora” su instagram, mi sono trovata davanti ad una foto di @fforaofficial che mi ha parecchio incuriosito e spinto ad indagare un po’ all’interno del loro profilo.

Il loro motto è “Disability first” e, come potrete immaginare, sono un’azienda che si pone come obiettivo primario quello di rendere più semplice la vita di persone con disabilità.

il dispositivo Ffora

Da Ffora hanno ideato un supporto per sedie a rotelle che si monta sulla struttura e che, combinato con delle “pochette”o altri supporti sempre in vendita presso il loro sito ( https://liveffora.com/ ) possono aiutare le persone nelle azioni quotidiane che chi non si trova in questa situazione faticherà anche solo ad immaginare.

“Everyone deserves to see themselves reflected in the products they use everyday, and we’re here to make it happen” scrivono sotto ad un post, e chi scrive non potrebbe trovarsi più d’accordo con questa visione della vita che, al giorno d’oggi si sente troppo spesso, essere caotica e d’ostacolo a chi è obbligato a muoversi su sedia a rotelle: rampe d’accesso inesistenti o non conformi alle norme, ascensori troppo piccoli, parcheggi che vengono rubati da chi non ne necessita, e si potrebbe andare avanti per giorni.

Poi magari non sono oggetti indispensabili, ma sicuramente questo è un passo nella giusta direzione! Avvicinarsi all’ignoto, andare incontro a chi si trova in difficoltà ogni singolo giorno da tutta la vita, chi viene di solito emarginato e preso in giro (perché, purtroppo, si sente troppo spesso al telegiornale di bulli che si fanno valere sui meno fortunati), piuttosto che considerarli come una categoria lontana da noi, che non ci tocca.

Sono convinta che questa sia la strada giusta verso un mondo in cui chi discrimina sarà finalmente l’eccezione e non la regola. Un mondo in cui saremo tutti più attenti alle esigenze del prossimo e in cui cercheremo di venirci più incontro. Perciò “Bravo!” (come direbbero gli inglesi) ai ragazzi di Ffora e spero che leggendo questo mio articolo, anche altri che hanno idee di questo tipo, ma che faticano a veder approvate, si sentano appoggiati e sulla strada giusta per un futuro migliore.

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.