“Féroces et fragiles”, la mostra di Hermès dedicata ai grandi felini di Dallet

 

Domenica 8 maggio si é conclusa la mostra che, negli spazi della GAM – Galleria d’Arte Moderna di Milano, Hermes dedica a Robert Dallet.

L’esposizione «Féroces et fragiles, les félins dans l’œuvre de Robert Dallet» riunisce quattro tematiche molto importanti: arte, natura, moda e beneficenza. Infatti il ricavato delle vendite sarà devoluto all’associazione Panthera, che da anni si batte per la sensibilizzazione del pubblico sulla difficile condizione di felini selvatici e dei loro habitat a livello globale.

La mostra voluta da Pierre-Alexis-Dumas, direttore artistico di Hermès, rende omaggio all’illustratore francese “specializzato” nel rappresentare animali esotici e selvatici, nello specifico eleganti e sofisticati felini mediante la realizzazione di un portamento regale, curve sinuose è un manto con meravigliosi colori.

La passione di Robert Dallet per questi soggetti risale agli anni ’50, passione poi trasformata in studio su questi animali, sui loro comportamenti e abitudini. Studiando gli animali presenti allo Zoo di Parigi, Dallet disegnò come primo felino un margay, poco più grande di un gatto selvatico: “Una volta tornato a casa, la sua immagine mi tornò in mente per diversi giorni. L’unico modo per smettere di pensarci era disegnarlo, dipingere il suo ritratto. E per farlo dovevo studiare l’ambiente in cui viveva… Allora feci il ritratto del margay e poi ne feci uno dell’ocelotto, e poi dei felini nel Sud America. Poi, l’Africa.”

Le sue illustrazioni colpiranno la maison francese, famosa per le sue borse, e fu così che dal 1988 iniziò la collaborazione: Kenya Jungle love, Tendresse féline e Les Tigreaux sono i primi carré utilizzati come stampa per le preziose sete del brand francese.

Alla mostra prevede l’esposizione di circa 75 rappresentazioni tra quadri, disegni e schizzi del pittore francese, che illustrano otto specie di grandi felini: tigre, leone, leopardo, ghepardo, puma, giaguaro, leopardo delle nevi e leopardo nebuloso.
La mostra sarà accompagnata da un libro che verrà pubblicato da Hermès in collaborazione con la casa editrice francese “Actes Sud”.
Per concludere, come spiega il direttore artistico Dumas: “Nel decimo anniversario della sua scomparsa, attraverso la presentazione a un pubblico mondiale del genio di Dallet, finora poco conosciuto, per mezzo di una mostra itinerante, un libro e un carré di beneficienza a supporto di Panthera, ci proponiamo di contribuire a sensibilizzare il pubblico sulla precaria esistenza dei felini selvatici e dei loro habitat a livello globale.”

Ma “Forte e fragile non è solo moda, arte o scienza. E’ anche Parigi e Africa. Creatività e Natura.

Tea Bonica

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.