Esplosioni della Terra Al Museo Civico di Roccarainola arte ed onogastronomia di eccellenza

Valorizzare il fervore della terra, il risveglio della natura, la creatività del territorio in un connubio di arte, cultura, vino, cibo.

Il critico d’arte Pasquale Lettieri

E’ l’evento “ESPLOSIONI DELLA TERRA – Spumanti e arte, qual fervore!” in programma sabato 19 ottobre, ore 19:30, al museo civico L.D’Avanzo – Palazzo Baronale di Roccarainola (NA) con la partecipazione del Critico d’Arte Pasquale Lettieri, che introdurrà tre artisti: Patrizia Monacò, Rosa Stingone e Rosario De Sarno, I quali presenteranno alcune loro opere.

L’evento è promosso dall’associazione Castel Tiziano, con il patrocinio del Comune di Roccarainola ed in collaborazione con L’Associazione Italiana Sommelier. La degustazione di selezionati spumanti campani e liquori artigianali sarà affidata ad Ernesto Lamatta, Delegato AIS Comuni Vesuviani.

Gli artisti:

Rosario De Sarno è un artista polipoetico, ha spaziato dalla pittura alla scultura, dalla installazione multimediale all’arte concettuale. Dopo gli studi all’istituto d’arte di Avellino comincia la sua singolarissima ricerca che ha riscosso successi in Italia e all’estero. Sempre impegnato nel sociale e grande agitatore culturale, Rosario De Sarno ha lanciato il movimento artistico internazionale Policentrismo dell’arte. Vive e lavora a Roccarainola.

Rosa Stingone, dopo gli studi artistici compiuti a Napoli, ha coltivato pittura e varie tecniche grafico- pittoriche. E’ stata seguita sempre con interesse da critici galleristi ed ha partecipato a numerose mostre collettive: a Nola “Mercurio d’Oro”, “Mostra arte sacra”, Monastero di S. Chiara – Napoli, Biennale di Foggia, Prima Biennale di Benevento, Premio Romagna, “Artisti giovani” Ercolano, Prima Biennale di Capodimonte – Napoli, Mostra nel Museo di Avellino, “Estate artistica” Sorrento, “Trofeo Vanvitelli” Caserta, Prima Extemporanea Città di Capri.

Patrizia Monacò, pittrice e poetessa, nata a Cosenza nel 1964, vive ed opera a Potenza. Ha al suo attivo numerose collettive e personali, riconoscimenti e pubblicazioni in Italia e all’estero; sue opere sono presenti in collezioni pubbliche e private. A soli otto anni, vince il “Microfono d’Argento” messo in palio dalla Rai, con un tema dal titolo “A mio padre”. A quindici anni diviene allieva del maestro Donato Pace di Avigliano (PZ) e frequenta il suo studio per alcuni anni. Hanno scritto di lei: Emilio Boscia, Giuseppe Ripa, Lucio Attorre, Rino Cardone, Maria De Carlo, Valerio Monacò, Vito Sacco e Vincenzo Capodiferro.

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.