Comasina, periferia di Milano: aumento criminalità

Secondi dati Censis a Milano nel 2013 i dati i furti in appartamento sono aumentati del 229% rispetto al 2004, il dato nazionale è di un furto in appartamento ogni 2 minuti. I dati del Cesnis mettendo il rilievo che le persone che poi vengono prese dalla polizia sulla scena del crimine la maggior parte della volta sono stranieri non regolari. Solo nell’ultimo anno tra i denunciati il 54,2% (8.627 persone) in attesa di processo sono stranieri, tra le persone arrestate per furto il 62% è straniero (4.112: +31,4% solo nel 2015), tra i detenuti il 42,3% sono stranieri (1.493). Però i dati più preoccupanti riguardano l’aumento di questo fenomeno soprattutto al nord e nelle città con importanti periferie; non è un caso che Milano registri un aumento superiore a quasi a tutte le città. La cosa più preoccupante è che le modalità dei furti sono cambiate negli ultimi anni e infatti spesso si verificano con la presenza di persone in casa, soprattutto anziani e bambini.  In zona San Siro a Milano l’11 Gennaio 2016 dei ladri sono entrati in un appartamento e senza troppi scrupoli hanno accoltellato il ragazzo che era in casa alle ore 13.30 in attesa dei genitori, per fortuna la cosa non si è trasformata in tragedia. Nelle zone della Comasina sempre a Milano ad esempio si continuano a registrare furti e cosa più grave con la presenza dei proprietari durante il giorno, e spesso senza nessuno scrupolo. Ad esempio anche qui è di qualche giorno fa che in Via Calizzano zona Comasina una inquilina ha visto i ladri prima sfondare un muro in tutta tranquillità e poi sette persone scappare da un balcone con uno con una cassaforte in spalla. Solo in questa via dall’estate scorsa di sono verificati spesso furti in casa e purtroppo durante il giorno, senza che si possa intervenire se non grazie all’organizzazione degli inquilini stessi che stanno investendo soldi per potersi organizzare come si può. Non è un caso che come racconta un ferramente della zona si è verificato un incredibile aumento di richieste per installare inferiate. Il consigliere di zona 9 di Forza Italia Raffaele Todaro ha chiesto per l’ennesima volta di incrementare la presenza di forze dell’ordine sul territorio e di installare telecamere o comunque di fare qualcosa. Il Consigliere di Raffaele Todaro è molto presente su questo territorio e da ormai diversi anni ha visto di persona l’aumento del degrado e di stato di abbandono per la totale assenza da parte del Comune di Milano e del Consiglio di Zona 9 di attuare politiche di riqualifica e soprattutto di investimenti nella sicurezza. A tutto questo bisogna aggiungere la totale incapacità della sinistra non solo a Milano di gestire il fenomeno della migrazione che in questi anni è diventato un problema principale rispetto alla criminalità, alla diminuzione della sicurezza e anche all’aumento del degrado di molte periferie. A Milano tra l’assenza dell’Assessore alla Sicurezza Granelli impegnato in altre attività di tipo sociale e al totale fallimento della gestione della Presidente di Zona 9  Beatrice Uguccioni è aumentato il problema della sicurezza e del degrado e soprattutto ormai si è rotto quel legale tra politica e territorio. Tra meno di sei mesi ci saranno le elezioni amministrative e Milano avrà la possibilità di rimediare all’errore che si è verificato nel 2008 che ha portato a vincere una sinistra ideologica, demagogia e incapace di essere all’altezza delle guida di una città come Milano…..

 

La Redazione

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.