CHI RISARCIRÁ SILVIO BERLUSCONI DA QUESTA GIUSTIZIA MALATA?

di Endimion

Silvio, da quando è sceso in politica, non ha avuto un attimo di tregua; sia in momenti up che in quelli down della sua carriera in parlamento, è stato bersagliato da una magistratura malata, infetta, invidiosa, retrograda, comunista, giustizialista, per affondarlo.

Consenso, forza, determinazione, amore per l’Italia hanno fatto sì che mai si piegasse a questa cancrena; ci sono riusciti, in parte nel 2013, con una legge Severino retroattiva, caso unico nel suo genere. Proprio in questi giorni, si sta avverando il sogno di tanti berlusconiani e uomini di destra, ovvero smascherare una magistratura che per anni ha messo alla gogna un uomo innocente, andando a cercare l’ago nel pagliaio pur di incarcerarlo.

Le intercettazioni telefoniche, usate per anni contro Silvio, sono state la manna dal cielo degli avvocati del Cav; praticamente, tutto il csm doveva andare contro Berlusconi a prescindere e, chi non era d’accordo, lo doveva essere per forza.

I magistrati sono stati presi con le mani nella marmellata, uccisi professionalmente e moralmente dalle loro stesse armi; uomini schifosi, ideologizzati e d’infima professionalità hanno cercato di buttar giù per quasi trent’anni il primo contribuente italiano, colui che dà da mangiare a 50mila famiglie, che nella vita ha sempre avuto successo, non ha mai chiesto una lira\euro a nessuno e ha fatto sognare il popolo in tutti i campi in cui si è applicato.

Urge ora una riforma del csm, e chi non la vuole votare è complice di questo schifo, e una riabilitazione di Silvio Berlusconi nel campo politico italiano; se così non sarà, ci penseranno i cittadini italiani a votarlo e portarlo in alto come hanno sempre fatto.

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.

Un pensiero riguardo “CHI RISARCIRÁ SILVIO BERLUSCONI DA QUESTA GIUSTIZIA MALATA?

  • 4 Luglio 2020 in 12:25
    Permalink

    No! non mi è piaciuto. Sia per l’aspetto formale che dei contenuti. Chiunque difenda Berlusconi adesso con questa storia, accantonando tutte le altre non certo meno iportanti mischiate tra personale e politico. Per non parlare dell’incoerenza politica sui senatori a vita, secondo la costituzione, e le grida in parlamento e fuori per toglierli. Mentre oggi rivogliono Berlusconi, additando la magistratura come la colpevole di tutto, lo fa solo ed esclusivamente per la persona e non per spirito di vera giustizia. Ce un politico italiano anch’esso che ha subito e subisce ancora una persecuzione mai vista nella storia della Repubblica. Tutti i partiti, dico tutti nessuno escluso, hanno creato un’alleanza velata dal 2016 (la famosa accozzaglia) che ancora opera per la sua emarginazione politica e fisica. Ma lui non molla perché è molto superiore a tutti. Ha subito persino un tentativo di golpe giudiziario da tutti benedetto che è andato male e adesso aspettiamo per sapere cosa deciderà la solita magistratura. Berlusconi è stato fucilato dallo stesso plotone d’esecuzione di Craxi (cit. Martelli) Quindi non si tratta del singolo ma di un sistema della magistratura politicizzata verso la quale nessuno mai ha osato assumere posizione riformatrice. Per la Lega, FdI, FI e Grillini troppo impegnati alla propaganda per capire l’importanza del problema per il sistema Italia. Mentre il PD tace perché da quando era PCI era cosa sua tutta la magistratura o quasi. il “92 è stata sua la stratega che ha buttato a mare tutto il paese

I commenti sono chiusi.