CARO CONTE, L’ITALIA NON CE LA FA PIÚ! PER FAVORE, VATTENE!

di Endimion

La cassa integrazione non arriva, i 600 euro non sono arrivati a tutti dopo tre mesi, i soldi dell’Europa li vedremo forse a gennaio 2021, un nero canta allo stadio e dopo aver stonato alza il pugno sinistro, la scuola è in rivolta, i cittadini non arrivano alla fine del mese, Di Maio si porta dietro più di 20 persone di staff perché non parla neppure inglese, l’Italia si è rimessa in moto ma sembra che il Governo faccia di tutto per farla affossare. In sintesi, siamo lo zimbello del mondo, nonostante i sondaggi farlocchi dicono che Giuseppe Conte sia amatissimo; basta andare in giro nelle strade a chiedere pareri e sentire “live” quando è amato il nostro Premier.

Il Bel paese non si merita gente come questa, che non ha esperienze, istruzione adeguata per guidare un paese, conoscenze in Europa e nel mondo, diplomazia con gli altri Stati e annienta il dialogo con le opposizioni essendo convinti di essere bravi; no, non siete bravi, ma solo un branco d’incompetenti che non vuole andare alle elezioni per paura di perdere, perché vi piace il potere consapevoli che questa è l’ultima volta che lo toccate con mano.

Una nazione in ginocchio non si chiude in una villa storica, ma dialoga in Parlamento, discute con le principali di categorie nelle sedi opportune, s’impone in Europa con un piano nazionale, invece al Governo si vedono solo dei cialtroni che, già dallo sguardo, spesso non si rendono conto dove si trovino e perché siano lì.

Gente come Conte e Company dovrebbero mettersi una mano sulla coscienza e levarsi di torno, lasciando spazio ad un Governo fatto di persone che vogliono davvero bene all’Italia.

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.

Un pensiero riguardo “CARO CONTE, L’ITALIA NON CE LA FA PIÚ! PER FAVORE, VATTENE!

  • 19 Giugno 2020 in 18:53
    Permalink

    Si deve dimettere tutto il governo.

I commenti sono chiusi.