MILANO VIOLENTA. Tutti i crimini di oggi in città. 4 marzo 2014

Maltratta i genitori: arrestato 20enne. I militari della Stazione di Garbagnate Milanese hanno arrestato C.L., 20enne, nullafacente, pregiudicato, in esecuzione di un ordine di custodia cautelare in carcere per i reati di maltrattamenti in famiglia ed estorsione continuata nei confronti dei genitori, consistenti in pretese quotidiane di denaro, minacce, violenze psicologiche e percosse, commessi tra ottobre e novembre 2013. Il ragazzo, dopo gli atti di rito in caserma, è stato tradotto presso la casa circondariale di Milano San Vittore.

Derubata di 1500 euro la madre superiora delle Suore Canossiane, domenica a mezzogiorno, nell’istituto di via della Chiusa. Ad allertare le forze dell’ordine la vittima stessa, 60enne, che ha riferito che mentre tutte le suore si trovavano presso la chiesa per il pranzo, ignoti si sono introdotti nel suo ufficio, situato al secondo piano dell’istituto. Al termine del pranzo, alle 12.30, la 60enne è tornata in ufficio e ha trovato la porta scardinata e la stanza completamente a soqquadro, con 1500 euro mancanti. I ladri sarebbero fuggiti dall’ingresso che da su via Crocifisso, la porta è infatti stata trovata forzata dall’interno. Negli scorsi giorni, i ladri, con modalità non dissimili, si erano introdotti nel convento delle suore di Carità in via Quadronno, nella stessa zona. I malviventi, sempre all’ora di pranzo, si erano introdotti nel convento prelevando denaro in contanti.

Arrestati per resistenza a pubblico ufficiale tre brasiliani trans che ieri hanno occupato un appartamento in via Abba. All’arrivo degli agenti li hanno aggrediti e minacciati anche tagliandosi e dicendo di essere infetti, per l’arresto è stato necessario l’uso dello spray al peperoncino, da poche settimane in uso agli agenti in via sperimentale. Il proprietario dell’appartamento, un francese di 38enne residente in Veneto, ha avvertito dell’occupazione le forze dell’ordine, presumibilmente a sua volta avvertito da un vicino di casa. Nell’abitazione si trovavano tre trans, uno di 43 anni e due di 31. Arrivati sul posto gli agenti li hanno trovati barricati e senza alcuna disponibilità al dialogo. Ilpiù vecchio ha tentato di fuggire buttandosi dal balcone e ferendosi, è stato poi soccorso in codice giallo al Fatebenefratelli. Un altro brasiliano ha buttato a terra un piatto e con un coccio si è tagliato un polso minacciando “Vi infetto tutti, ho l’Aids”, è stato bloccato con l’aiuto dello spray urticante e arrestato. Lo spray è stato necessario anche per il terzo trans che ha aggredito fisicamente gli agenti che cercavano di fermarlo. Per tutti e tre i brasiliani arrestati l’accusa è di resistenza a pubblico ufficiale.

300 kg di hashish: arrestato camionista spagnolo. Arrestato all’alba di sabato un camionista spagnolo di 47 anni trovato dagli agenti del commissariato di Mecenate con a bordo 300 kg di hashish e svariati contanti invece del pesce surgelato dichiarato. Allertati da numerose segnalazioni di furti di camionisti gli agenti di Mecenate alle 5 di sabato mattina erano in transito in via Ripamonti nei pressi della tangenziale quando hanno notato un tir con targa portoghese procedere a velocità molto bassa, preceduto da un’auto. Mentre la vettura è fuggita, il camion è stato bloccato a San Giuliano. Nel tir sono stati rinvenuti 300 Kg di hashish in 10 pacchi incellophanati e 3500 euro in contanti, Addosso all’autista altri 600 euro in contanti, tutto sequestrato mentre l’uomo è stato arrestato mentre sosteneva che stava andando a ritirare il carico di pesce surgelato dichiarato. Si tratta di un 47enne spagnolo, Tomas O.B., l’auto “staffetta” che lo accompagnava è invece fuggita, i complici restano ignoti.

La Critica

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.