I benefici del limone e le sue controindicazioni

Il limone è un agrume che nasce da una pianta appartenente alla famiglia delle Rutacee e viene coltivato in tutto il mondo, in particolare nelle zone dal clima caldo. In Italia troviamo coltivazioni di limoni in regioni come la Sicilia e la Calabria, ma il più noto è il limone campano che si distingue in due varietà: “limone di Sorrento” e “limone della costa di Amalfi” che si differenziano per le diverse modalità di coltivazione e  per proprietà organolettiche differenti.

Il frutto del limone gode di note proprietà benefiche per il nostro organismo; viene utilizzato sia nel mondo culinario ma anche terapeutico e casalingo, merito dei suoi innumerevoli benefici.
Il limone ha poche calorie, circa 29 kcal per 100 grammi, in cui sono esclusi quasi del tutto i grassi. E’ costituito per la maggior parte da acqua e ha un basso indice glicemico.

Contiene minerali come:

  • calcio,
  • fosforo,
  • ferro,
  • sodio,
  • potassio,
  • manganese,
  • magnesio
  • zinco

E vitamine:

  • vitamina A,
  • le vitamine B1, B2, B3, B5, B6,
  • vitamina C,
  • vitamina E,
  • vitamina J.

Le sue proprietà antiossidanti vengono conferite dalla presenza di flavonoidi come il beta-carotene, la beta-criptoxantina, luteina e zeaxantina.

Analizziamo ora i suoi svariati benefici:

  1. Depurativo: gode di proprietà depurative e disintossicanti, ne viene consigliata la sua assunzione regolare, preferibilmente al mattino a digiuno, in quanto aiuta a regolarizzare l’intestino. In alcuni casi aiuta anche contro la cellulite.
  2. Calcoli Renali e Biliari: l’acido citrico, presente nel limone aiuta a sciogliere i calcoli biliari e renali; in particolare viene impiegato nel processo di distruzione dei calcoli nella cistifellea.
  3. Nausea e Diarrea: il consumo di limone è fortemente consigliato per dar sollievo da nausea, diarrea e soprattutto per chi ha necessità di aumentare le proprie difese immunitarie.
  4. Cura della Pelle: Il limone è un antisettico naturale e può essere utilizzato come valido aiuto per problemi della pelle come foruncoli, punti neri e rendendola più liscia e luminosa.
  5. Antiossidante:Il limone contiene diversi antiossidanti come il beta-carotene, la luteina e la zeaxantina, tutte sostanze che aiutano a contrastare i radicali liberi, rallentando quindi l’invecchiamento delle nostre cellule. Anche i flavonoidi, potenti antiossidanti, sono utili come prevenzione contro le patologie degenerative e l’invecchiamento cellulare.
  6. Sostiene il sistema immunitario:La vitamina C, presente in grandi quantità nel limone, aiuta a rafforzare le difese immunitarie del nostro organismo. Assumere quotidianamente limone, con acqua tiepida al mattino a stomaco vuoto, può essere utile contro i malanni di stagione come raffreddore e influenza.

Controindicazioni

Non esistono grandi controindicazioni riguardo il consumo di questo frutto. L’unica regola per coloro che soffrono di disturbi digestivi è di diluire il succo di limone con dell’acqua e di prestare attenzione alla combinazione con altri cibi. Se si intraprende una cura a base di limone, come quella di consumarlo ogni mattina con acqua tiepida, bisogna tener conto di alcuni accorgimenti:

  • assicurarsi della provenienza dei limoni, possibilmente biologici e non preconfezionati;
  • la freschezza del prodotto, senza contaminazioni di pesticidi;
  • il grado di maturazione del limone, deve essere maturo e non acerbo.

La cura a base di limone deve avvenire nei periodi critici, come cambi di stagione o in cui ci sentiamo gonfi  e viene consigliato di eseguirla per una ventina di giorni.

Altrimenti per regolarizzare il proprio organismo sarà sufficiente seguire questa terapia di benessere per una settimana al mese.

Curiosità

Sai da cosa deriva il colore giallo del limone? Questa colorazione dipende dai bioflavonoidi, che appartengono al gruppo dei flavonoidi, dei composti che contengono Flavoni.
Il Flavone è un pigmento naturale organico che dona colore a piante, fiori e frutti e deriva dal latino Flavo (flāvu, dalla radice indo-europea bhel-), aggettivo che sta ad indicare : “di colore giallo dorato, biondo”.

Il limone a sua volta conferisce il nome ad un noto squalo: lo squalo limone, che troviamo negli abissi del Pacifico o dell’Atlantico. Viene chiamato limone per la colorazione del suo dorso tendente al giallastro o marrone chiaro.

Questo frutto fece sì che in Svizzera, gli immigrati italiani venissero chiamati ZYDROONESCHITTLER, scrolla-limoni, per una poesia di Wolfgang secondo cui l’Italia era il paese dove fioriscono i limoni.
 

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento o sottoscrivi il feed RSS per ricevere i prossimi nel tuo reader.